testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

27 giugno 2014 - Esperti da tutto il mondo ad Imola per parlare di nuove tecniche in Ecografia Endoscopica

Unconvegno internazionale su importanti novità nella diagnosi dei tumoridigestivi

Dal 29 giugno al 1 luglio si terrà fra CastelSan Pietro Terme ed Imola il Convegno Internazionale di Tecniche Avanzatedell'Immagine in Ecografia Endoscopica.

Al convegno parteciperanno numerosi mediciprovenienti dai principali centri gastroenterologici d'Europa e del Giappone,per discutere di Ecografia Endoscopica,la metodica più importante oggi a disposizione della medicina, per ladiagnosi precoce e la stadiazione di molti tipi di tumore dell'apparatodigerente, del pancreas e delle vie biliari con risultati anche più dettagliatidi quelli della TAC e della Risonanza Magnetica.
Presidenti del convegno saranno il Prof. Giancarlo Caletti, direttore dellaGastroenterologia dell'Ausl di Imola, ed il Prof. Luigi Bolondi Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgiadell'Università di Bologna, esperto di fama mondiale in ecografia.

Il prof. Caletti, negli anni 80, fu il primoad eseguire in Italia l'Ecografia Endoscopica e da 12 anni ha introdotto questametodica nell'ospedale S. Maria della Scaletta. Da tempo la Gastroenterologiadell'ospedale di Imola è all'avanguardia scientifica e culturale in questosettore, dove sono stati ottenuti risultati sempre più accurati nell'individuaretumori in stadio più precoce, migliorando quindi le possibilità di guarigione.

"L'obiettivodel convegno - sottolinea il dott. Pietro Fusaroli, medico dell'UO diGastroenterologia dell'Ausl di Imola e organizzatore scientifico del convegno -è fare il punto sulle tecniche più moderne di ecografia endoscopica quali ilmezzo di contrasto e l'elastografia che rappresentano la frontiera più avanzatain tema di diagnosi dei tumori in quanto consentono di evidenziare, con coloridivers,i i tessuti tumorali rispetto a quelli sani. In questo modo è possibile perfezionareulteriormente la diagnosi ed in alcuni casi, in futuro, sarà addirittura possibile evitare di eseguire unabiopsia. A conclusione del convegno inoltre, tutti gli esperti presenticollaboreranno a stilare delle linee guida sulle modalità di impiego di questetecnologie sofisticate, che costituiranno un punto di riferimento per glioperatori del settore di tutto il mondo".

 

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO