1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

Assistenza sanitaria all'estero

Prima della partenza occorre sapere come è organizzata l'assistenza sanitaria nel Paese di destinazione.
Nei Paesi dell'Unione Europea l'assistenza sanitaria è garantita e, per ogni necessità, è sufficiente avere con sé la tessera sanitaria personale.
Alcuni Paesi extraeuropei hanno stipulato convenzioni bilaterali con l'Italia che, di norma, riguardano le sole cure urgenti.
Per avere assistenza in Paesi extraeuropei che non hanno convenzioni con l'Italia è necessario stipulare un'assicurazione sanitaria privata.
Questa assicurazione è spesso inclusa nel "pacchetto" dei viaggi organizzati dalle agenzie. È consigliabile, al riguardo, verificare con attenzione l'entità e la qualità dell'assistenza assicurata.
Gli operatori del Distretto dell'Azienda Usl di residenza forniranno le informazioni e la documentazione necessaria.
Informazioni sul come fare e dove andare sono fornite dal numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 
800 033 033, in funzione tutti i giorni feriali dalle ore 8,30 alle ore 17,30 e, il sabato, dalle ore 8,30 alle ore 13,30.

Assistenza sanitaria transfrontaliera

Cure transfrontaliere L’assistenza sanitaria transfrontaliera è prevista dall'Unione europea per garantire a tutti i cittadini il diritto alla libera scelta del luogo di cura in qualsiasi paese dell’Unione. E' disciplinata dalla direttiva comunitaria 2011/24/UE, recepita a livello nazionale con il decreto legislativo n. 38/2014 e dalla Regione Emilia-Romagna con legge regionale n. 9 del 2015.
Uno specifico regolamento nazionale ha individuato le prestazioni sanitarie per le quali i cittadini devono chiedere autorizzazione preventiva all'Azienda Usl di assistenza del paziente. Per tutte le altre prestazioni non è necessaria l’autorizzazione. L’ambito di applicazione della direttiva è l'elenco delle prestazioni comprese nei LEA - livelli essenziali di assistenza approvati nel 2017.
Sono escluse: l’assistenza di lunga durata, l’assegnazione e l’accesso agli organi per i trapianti e i programmi pubblici di vaccinazione contro le malattie contagiose.
 

 
 

 
 
 

Ultimo aggiornamento pagina:
17 Settembre 2021
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO