1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Contenuto della pagina

Sani stili di vita: dalla promozione alla presa in carico

PL20

I fattori di rischio comportamentali determinano a livello mondiale il maggior carico di malattia.
Le malattie cardiovascolari, i tumori, il diabete mellito e le malattie respiratorie croniche, sono associati a un gruppo di fattori di rischio modificabili: consumo di tabacco e alcol, scorretta alimentazione, inattività fisica, ipertensione e obesità.
È stato stimato che almeno l’80% di tutte le malattie cardiache, ictus e diabete e il 40% dei tumori potrebbero essere prevenuti affrontando questi fattori.
Per questo motivo è importante l’atteggiamento degli operatori sanitari rispetto alle persone che presentano fattori di rischio comportamentali e la loro propensione a dare consigli rispetto agli stili di vita.
La Regione Emilia-Romagna ha sviluppato negli anni attività di formazione sull’offerta di consigli strutturati sui sani stili di vita.
Un esempio è il minimal advice offerto in contesti opportunistici, come la visita medico-sportiva o le vaccinazioni obbligatorie.
Il cambiamento degli stili di vita nelle persone a rischio può essere sostenuto da iniziative, numerose in Regione, come per esempio i gruppi di cammino, la rete delle palestre che promuovono salute, i corsi per smettere di fumare.
La vasta esperienza accumulata consente tuttavia di evidenziare alcune criticità, soprattutto la necessità di costruire un forte raccordo tra gli operatori che offrono counselling sugli stili di vita e tutte le occasioni create, sia a livello comunitario che nell’ambito dei servizi sanitari, che possono favorire l’adozione di stili di vita sani


Le azioni dell'Ausl di Imola

La presa in carico del bambino sovrappeso e obeso

Corsi per la disassuefazione dal tabagismo

Ultimo aggiornamento pagina:
24 Gennaio 2023
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO