testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Progetti dell'Ausl per la mamma e il bambino

Piano di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita

L'Italia ha aderito al progetto europeo del WHO, che prevede l'eliminazione del morbillo e dei casi di rosolia congenita entro il 2010, in tutto il nostro continente.
Ogni anno infatti si verificano nel mondo più di 30 milioni di casi di morbillo con più di 875.000 decessi, pari al 60% dei morti causati da malattie prevenibili con vaccinazioni.
L'Azienda Sanitaria di Imola collabora al piano nazionale di eliminazione secondo le direttive regionali: offerta attiva e gratuita della prima dose di vaccino a 12 mesi e della seconda a 5 anni, con l'obiettivo di raggiungere e mantenere nel tempo coperture vaccinali superiori al 95% (solo superando questa soglia percentuale infatti si evitano le epidemie) ed eseguendo una campagna straordinaria di recupero che nel 2005 interesserà i ragazzi delle scuole medie e le donne in età fertile.
Nella nostra Ausl fin dal 1997 la copertura vaccinale ha superato la soglia del 95%, raggiungendo i tassi vaccinali più elevati della Regione contro morbillo e rosolia: 96,2% all'età di 2 anni, a fronte della media regionale del 92,5% (la nostra Regione è seconda dopo la Toscana) e quella nazionale stimata del 77,6%; nella nostra Azienda inoltre il 96,5% delle ragazze di 13 anni è vaccinata contro la rosolia, verso la media regionale del 90% (dati relativi all'anno 2003). Grazie alle coperture vaccinali così elevate, nel territorio della nostra Azienda Sanitaria già da alcuni anni non si verificano più epidemie di queste malattie.

 
 
 

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO