1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

Provvedimenti per rafforzare il controllo e la prevenzione dei nuovi contagi

Tampone obbligatorio e comunicazione all'AUSL per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta, Spagna e dalla Francia (dalla seguenti Regioni transalpine: Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Ile-de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa Azzurra) o frequentazione comunità a rischio, compresi i rientri dalla SARDEGNA

È in vigore l’ordinanza del Ministro della Salute che detta i comportamenti da seguire per coloro che arrivano in Italia da Croazia, Grecia, Malta, Spagna e per chi proviene dalla Francia, e più precisamente, dalla seguenti Regioni transalpine: Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Ile-de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa Azzurra.
Per chi ha soggiornato o transitato in questi Paesi fino a 14 giorni prima dell’arrivo in Italia c’è l’obbligo di darne comunicazione al Dipartimento di Sanità Pubblica dell’AUSL e di sottoporsi a tampone.

Per la frequentazione delle comunità a rischio e per i rientri dalla Sardegna il tampone viene fatto su base volontaria.

LA COMUNICAZIONE
La comunicazione può essere effettuata:
- piattaforma della Regione Emilia Romagna
- email all’indirizzo covid19@ausl.imola.bo.it indicando nome e cognome, data di nascita, nazione diprovenienza, data di rientro, indirizzo nel quale si è residenti o domiciliati,un numero telefonico al quale essere contattati, codice fiscale, indirizzo email
- modulo on line

IL TAMPONE

Entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale il cittadino che proviene o ha soggiornato nei 14 giorni antecedenti in Croazia, Grecia, Malta, Spagna verrà invitato ad eseguire il tampone presso l’Azienda Usl di Imola. Sono escluse le persone che hanno fatto l’esame all’arrivo in aeroporto (porto o luogo diconfine) e chi lo ha fatto (con esito negativo) nelle 72 ore prima dell’ingresso in Italia.

GLI ESITI DEI TAMPONI

I tamponi vengono effettuati dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’AUSL previo appuntamento fornito dallo stesso Dipartimento. I risultati in caso dipositività vengono comunicati tempestivamente e direttamente agli interessati. Il referto del test tampone viene inviato sul proprio Fascicolo Sanitario Elettronico, oppure per posta ordinaria.

CHI HA SINTOMI
Ricordiamo che le persone con sintomi sospetti da Coronavirus devono rivolgersi al proprio medico di famiglia e stare in isolamento fiduciario.



Ultimo aggiornamento pagina:
26 Settembre 2020

Obbligo di autodichiarazione per le visite in ospedale

Di seguito i moduli da utilizzare per le visite in ospedale ai degenti e in strutture residenziali per anziani e disabili da parte di familiari o altri soggetti, suddivisi per PRIMO ACCESSO ed ACCESSI SUCCESSIVI.



aggiornamento
23 settembre 2020

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO