1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina
Immagine della donazione

L’associazione AsmAllergia Bimbi Onlus dona dieci spirometri al reparto Pediatria e Nido dell’Ausl Imola

Si è svolta questa mattina la cerimonia di consegna di dieci spirometri con relativi ricambi da parte dell’Associazione AsmAllergia Bimbi Onlus al reparto di Pediatria e Nido dell’Azienda Usl di Imola.

“Siamo una associazione di volontariato di genitori di bambini allergici e asmatici – spiega la presidente Federica Spada -nata nel 2008 a Bologna con l’idea di promuovere e favorire la conoscenza, la ricerca e lo scambio di carattere scientifico e divulgativo in campo allergologico e per promuovere l’appoggio a tutte le famiglie con bambini che soffrono di allergie e patologie asmatiche. Questa donazione è un primo progetto in collaborazione con l’Azienda Usl di Imola. E’ il primo di una serie di collaborazioni che vogliamo intraprendere con la dottoressa Serra e la sua équipe”.

Un invito che la dottoressa Serra, direttrice dell’UOC Pediatria e Nido, ha colto con molto piacere: “Siamo sempre molto felici quando il territorio ci fornisce sostegno e aiuto, è un segnale molto importante per noi. E la prospettiva di poter iniziare delle collaborazioni organiche e continuative ci rende ancora più contenti”.
A spiegare l’utilità degli strumenti donati è la dottoressa Elisabetta Calamelli: “Sono molto utili sia per pazienti ricoverati che a

domicilio. La spirometria rappresenta uno strumento importante nella diagnosi e follow-up delle patologie respiratorie delle basse vie aeree anche in età pediatrica. Gli spirometri portatili con ossimetro integrato, oggetto di questa donazione, consentono di monitorare lo stato di controllo dell’asma tramite la misurazione di parametri oggettivi quali i valori di funzionalità respiratoria (PEF/FEV1) e i livelli di saturazione di ossigeno nel sangue, garantendo un follow- up più accurato del paziente asmatico. Inoltre tramite la connessione a una specifica applicazione sullo smartphone, i dati possono essere scaricati in formato pdf e il trend temporale può essere agevolmente consultato dal medico specialista. Questa strumentazione– conclude la dottoressa – ci permette sia il monitoraggio al letto del paziente dei bambini e ragazzi ricoverati per riacutizzazione asmatica acuta e sia per il follow-up ambulatoriale di pazienti con asma persistente di grado moderato al fine di garantire il raggiungimento di un migliore controllo dell’asma”.

 

Ultimo aggiornamento pagina:
09 Novembre 2021
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO