1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

15 Maggio 2007 - Il Polo Formativo dell'Ausl si fa galleria d'arte

In esposizione le opere degli artisti della Scuola comunale d'Arte e Mestieri "Umberto Folli" di Massalombarda

Il Polo Formativo dell'Ausl di Imola (via Giovanni dalle Bande Nere, 11, padiglione 14 Ex Lolli) si colora d'arte grazie all'esposizione permanente delle opere degli artisti della Scuola Comunale d'Arte e Mestieri "Umberto Folli" di Massalombarda, che sarà aperta al pubblico negli orari di accesso alla struttura, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30.

"Siamo molto soddisfatti - spiega Orietta Valentini, responsabile del Polo Formativo - della possibilità di poter accogliere le opere di questa prestigiosa scuola. A turno ospitiamo i lavori di 3, 4 artisti ed ogni 20 giorni circa rinnoveremo l'esposizione con altri autori. Le opere esposte sono realizzate con varie tecniche pittoriche, dal disegno al carboncino alla pittura ad olio su tela, ma troverete anche sculture, ceramiche, incisioni e stampe su metallo.
Attualmente sono 18 le opere esposte, ma stiamo attendendo per questi giorni alcune opere scultoree. Desidero davvero ringraziare Luigi Valgimigli, direttore della "Umberto Folli", per la grande disponibilità mostrata e per aver subito accolto la nostra esigenza di far conoscere ai cittadini del territorio lo spazio del nostro centro di formazione ed aggiornamento sotto un'altra veste: non solo come punto di riferimento per gli studenti orientati alle professioni sanitarie, ma anche come luogo di cultura e aggregazione".
Le scuole comunali d'Arte e Mestieri sono una realtà estremamente radicata nel nostro territorio da più di un secolo e malgrado quell'approccio di superficie che potrebbe farle sentire istituzioni anacronistiche, continuano a dimostrare una loro indiscutibile importanza. "Questo tipo di scuole - spiega il direttore Luigi Valgimigli - sono legate, sin dalla nascita, ad una tradizione che voleva dare agli allievi una preparazione artistica di ordine pratico e tecnico, al fine di creare degli artigiani-artisti. Sono stati insegnanti della Scuola di Massalombarda Luigi Varoli, Umberto Folli e Pina Zardi, artisti validi, legati ad un'idea dell'arte lontana dalle tentazioni superomistiche che talora caratterizza l'insegnamento dell'arte".
Sotto la guida del Direttore Valgimigli la Scuola, pur rimanendo fedele alle tradizioni ed alle peculiarità dell'istituzione, ha ritrovato energia, istituendo nuovi corsi autogestiti e promuovendo una maggiore attività sinergica con strutture affini che operano nel territorio.
"Le finalità ora non sono più quelle di fornire personale specializzato o artigiani che ubbidiscano esclusivamente alle esigenze del mercato locale - continua Valgimigli - ma quelle di creare uno spazio in grado di convogliare le potenzialità creative del territorio, stimolandone la crescita culturale e la curiosità".
Un obiettivo che accomuna la Scuola d'Arte con il Polo formativo dell'Azienda Usl di Imola, e che è di buon auspicio per questa collaborazione che va a favore di tutti i cittadini che vorranno godere di questa opportunità.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO