1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

31 Maggio 2007 - Stand in centro cittadino per la Giornata Mondiale senza fumo

Informare e sensibilizzare sui pericoli provocati dal fumo e fare il punto sul Progetto locale contro il tabagismo: è questo l'obiettivo dell'iniziativa promossa oggi, Giornata Mondiale contro il tabagismo, dall'Ausl di Imola.
Lo stand è stato attivo presso il Centro cittadino dalle 9,00 alle ore 17,00. Nella mattinata sono stati distribuiti materiali informativi, questionari motivazionali e gadget e ai cittadini che lo hanno richiesto (una ventina circa) è stato effettuato il test del carbossimetro, in grado di misurare il monossido di carbonio presente nel respiro, e del saturimetro in grado di fornire un riscontro del livello di "inquinamento da fumo" presente nell'organismo.
Nel pomeriggio, all'iniziativa hanno partecipato alcuni dei ragazzi e degli insegnanti degli Istituti scolastici Scarabelli e Alberghetti che nel corso dell'anno hanno aderito al progetto di educazione alla salute dell'Ausl contro il tabagismo, che hanno raccontato la loro esperienza e le loro impressioni su queste iniziative ed in generale sul tema del fumo di tabacco. Al momento di incontro hanno presenziato il Vicesindaco di Imola Fabrizio Castellari e l'Assessore alla Salute Roberto Visani che hanno sottolineato l'importanza dell'impegno di promozione della salute soprattutto sulle nuove generazioni.
La manifestazione imolese è stata sostenuta dalla campagna europea "Help - Per una vita senza tabacco", promossa dalla Commissione europea in 25 Stati membri, che ha inviato al gruppo Progetto tabagismo di Imola i gadget da distribuire nel corso della giornata ai giovani che vorranno avvicinarsi all'iniziativa o che hanno già collaborato al lavoro nelle scuole. La campagna "Help" è infatti indirizzata prevalentemente ai giovani e giovanissimi ed ha come temi prioritari la prevenzione, lo smettere di fumare ed i pericoli del fumo passivo (per info www.help-eu.com).

Nella foto i giovani degli Istituti Scarabelli ed Alberghetti insieme agli insegnanti referenti per l'educazione alla salute Prof. Ruggi (Scarabelli) e Prof.ssa Russo (Alberghetti), al Vicesindaco Castellari e all'Assessore Visani, al responsabile del Progetto Tabagismo dr Stefano Cifiello e alla sua collaboratrice Miriam Trerè che segue in particolare il progetto nelle scuole.

 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO