testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Mangiare informati...

Salmonellosi

confezione di uova

Cos'è la salmonella?
La SALMONELLA è un germe invisbile ad occhio nudo.
 
Dove si trova?
La maggior parte degli animali (uccelli, rettili, mammiferi) o l'uomo possono ospitare la SALMONELLA nel loro intestino anche senza avere i sintomi della malattia.

È ovvio quindi, che la SALMONELLA, insieme a piccolissime particelle di feci, può essere presente nella polvere, sulla frutta e verdura, sul guscio delle uova, nella carne cruda, sulle mani, ecc... e soprattutto sul guscio delle uova che costituiscono il principale veicolo di infezione per l'uomo.

Anche il tuorlo delle uova può contenere SALMONELLE a causa di un'infezione dell'apparato riproduttivo della gallina.
 
Gli alimenti di origine animale crudi, più di altri cibi, possono contenere SALMONELLE, perciò devono essere considerati sempre a rischio.

 
 
gallina

Come si trasmette?
Può succedere che piccole particelle di feci di uomo o animale infetto, contaminino alimenti che poi vengono ingeriti (questa è la tipica trasmissione "fecale-orale").
 
La trasmissione di gran lunga più frequente è l'ingestione di alimenti già contaminati all'origine (es. uovo, salsiccia, pollame, ecc...) in cui è avvenuta un'attiva moltiplicazione del germe.
 
Quali sintomi può dare?
Può dare diarrea, febbre e, a volte, vomito, dolori addominali, mal di testa. I sintomi iniziano dalle 6 alle 72 ore dall'ingestione dell'alimento contaminato e durano, in genere, pochi giorni. Per i lattanti, gli anziani e le persone con difetti immunitari la malattia può essere molto grave.

 
 
termometro

Chi colpisce?
Tutte le persone possono ammalarsi. Bambini piccoli, anziani e malati sono più sensibili a questa infezione; gli adulti sani hanno generalmente manifestazioni leggere, a volta la malattia è addirittura inapparente (non si hanno sintomi ma l'infezione c'è ed esiste la possibilità di trasmetterla).
 
Come si manifestano le salmonellosi?
Ci possono essere casi isolati di malattia o tossinfezioni alimentari. Queste ultime sono caratterizzate dal fatto che tutti quelli che hanno consumato l'alimento contaminato presentano sintoi di malattia che insorgono bruscamente i simultanemante dopo un breve lasso di tempo.
 
Come si determinano le tossinfezioni da salmonella?
È necessario che la SALMONELLA si moltiplichi nell'alimento. L'alimento deve essere "adatto" alla moltiplicazione del microrganismo, per esempio: il mascarpone ne favorisce la crescita.
 
Altri fattori favorenti la moltiplicazione sono la temperatura ed il tempo. Se abbiamo un cibo pronto per essere consumato, contaminato dalla SALMONELLA, (dolce, pollame, carne macinata, ecc...) e lo lasciamo a temperatura favorevole alla crescita della SALMONELLA (10-60°C) anche poche ore alla fine avremo una quantità enorme di SALMONELLE che, ingerite con l'alimento, determineranno una malattia acuta in tutti coloro che mangeranno il cibo contaminato.

 
 

INDICAZIONI PARATICHE - NORME DI COMPORTAMENTO

In Cucina

lavarsi le mani

1. Tieni la cucina, il frigorifero, gli utensili sempre ben puliti; per i piani di lavoro che possono essere sporchi è importante una corretta pulizia con detergenti (sapone) o una periodica disinfezione (es. con varecchina)
 
2. Lavati bene le mani dopo aver toccato alimenti sporchi o crudi, in particolare le uova
 
3. Utilizza sempre materie prime acquistate in circuiti commerciali regolari
 
4. Evita che un alimento cotto

 

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO