1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

31 Agosto 2007 - Casi di infezione virale nel ravennate. Attivata anche nel Circondario Imolese la sorveglianza epidemiologica e ambientale.

Come noto, nelle ultime due settimane in provincia di Ravenna alcune persone sono state colpite da una malattia che è stato accertato essere causata dal virus Chikungunya, un Arborovirus endemico in alcuni paesi africani ed asiatici, che non si trasmette per contatto diretto tra uomo e uomo o per via aerea, ma a seguito di punture da parte di zanzare infette.
La malattia provocata da questo virus ha un andamento benigno e si risolve spontaneamente in pochi giorni. La terapia è sintomatica, basata sull'impiego di antipiretici ed antidolorifici contro febbre, brividi, mal di testa e dolori articolari e muscolari, che caratterizzano la malattia, talora associati a eruzione cutanea e sintomi gastrointestinali.
Come per la più comune influenza, persone anziane o particolarmente fragili possono però essere soggette a più gravi complicanze.
Attualmente nel nostro territorio non sono stati segnalati casi sospetti di malattia, ma come indicato dal Ministero della Salute e dalla regione Emilia Romagna, il Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl di Imola ha attivato la sorveglianza epidemiologica e fornito ai medici di medicina generale e agli ospedali tutte le informazioni necessarie alla identificazione e alla segnalazione di casi sospetti ai servizi competenti, procedura che garantisce la precoce individuazione e il controllo di eventuali insorgenze.
Gli interventi efficaci per la prevenzione dell'infezione si basano invece sulla eliminazione del vettore (soprattutto le zanzare del genere Aedes, come ad esempio la Albopictus o zanzara tigre) e sulle misure di protezione individuale, quali l'uso di repellenti cutanei e zanzariere, che riducono il rischio di contatto con gli insetti.
Tutte le informazioni relative a come proteggersi, agli interventi ambientali in atto e alla presenza degli insetti nelle diverse aree regionali sono disponibili sul sito www.zanzaratigreonline.it.
Per ogni ulteriore informazione è poi a disposizione dei cittadini il numero verde regionale (800 033 033).

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO