1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

5 Ottobre 2007 - Al Prof. Caletti la lettura conclusiva del Congresso Nazionale di Gastroenterologia 2007

Più di 3000 specialisti di gastroenterologia, provenienti da tutt'Italia, si sono incontrati a Palermo dal 29 settembre al 3 ottobre per il Congresso Nazionale della FIMAD (Federazione Italiana delle Malattie Apparato Digerente).

Guidata dal Prof. Giancarlo Caletti, al Congressi era presente anche una delegazione di 6 medici gastroenterologi dell'AUSL di Imola, (Dr. S. Zanarini, Dr. E. Cani, Dr. E. Strocchi, Dr. P. Fusaroli, Dr.ssa A. Pirazzoli) che hanno lavorato intensamente in un programma di aggiornamento per riportare a casa tutte le più rilevanti novità del settore.

"Nel corso delle numerose sessioni del Congresso - ha spiegato il Prof. Caletti - si sono discussi tutti i temi "caldi" di questa disciplina medica: il reflusso gastroesofageo e le sue temibili complicanze, le coliti, le epatiti, i tumori del tratto gastrointestinale... Nel corso dei lavori si sono anche evidenziati i grandi passi avanti fatti negli ultimi anni nella diagnosi e nella cura delle malattie dell'apparato digerente e si è discusso dell'importanza di istituire in ogni azienda sanitaria le unità operative specializzate in gastroenterologia, per fornire ai cittadini la massima qualità e modernità di diagnosi e cura".

Che l'Ausl di Imola sia all'avanguardia nel campo della Gastroenterologia lo ha attestato la FIMAD che ha affidato al Prof. Caletti l'onore di tenere la lettura conclusiva del Congresso, sul tema: "l'impatto clinico della Ecografia Endoscopica". Come noto, infatti, grazie alle modernissime attrezzature a disposizione (dono anche della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola) l'Unità operativa di Gastroenterologia della nostra AUSL è all'avanguardia sia nel trattamento dei pazienti sia nell'insegnamento di queste tecniche mediche innovative.

Di fronte a circa 1500 congressisti il Prof. Caletti ha perciò illustrato i vantaggi di questa metodica, particolarmente utile nella diagnosi e stadiazione dei tumori dell'apparato digerente e che nello scovare i piccoli tumori è superiore perfino a TAC e Risonanza Magnetica.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO