1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

8 ottobre 2009 - Si apre "Oltre la siepe" con il torneo "Mai più fuori dai giochi"

Sabato 10 ottobre, Giornata Mondiale della Salute Mentale, si apre la rassegna "Oltre la siepe", per la promozione della salute mentale e dell'inclusione sociale.

Come di consueto il primo appuntamento è la giornata di apertura del torneo "MAI PIÙ FUORI DAI GIOCHI": Un evento con il quale si vuole trasmettere l'idea di uno sport, in cui vincono tutti e che, appunto, non lascia nessuno "fuori dai giochi" e che pone le premesse per il suo esercizio nel reciproco riconoscimento e nel rispetto delle differenze.
Quest'anno il torneo che si terrà presso la Palestra Cavina in via Boccaccio 2 rappresenta il momento conclusivo di un percorso di conoscenza delle problematiche legate alla salute mentale che ha visto impegnati studenti ed insegnanti del Polo dei Licei, del Paolini Cassiano e dell' Istituto Scarabelli.

Il progetto "sport e salute mentale", è questo il titolo dell'iniziativa promossa dall' ANPIS Emilia Romagna, UISP e DSM ASL Imola,  iniziato nella seconda meta di settembre del 2009, è stato realizzato con lo scopo di permettere  ai giovani studenti imolesi di partecipare al consueto al torneo di calcio e pallavolo del 10 ottobre, evento di apertura di Oltre La Siepe e giornata mondiale della salute mentale, con una maggiore consapevolezza.
Per tale motivo sono stati organizzati una serie di appuntamenti con l'obbiettivo di sensibilizzare i ragazzi attorno ai temi della salute mentale.

Gli studenti, durante gli incontri, hanno potuto confrontarsi direttamente con le persone toccate da esperienze di disagio in seguito ad una crisi esistenziale.
In tal modo i giovani hanno avuto modo di ripensare alla maniera in cui, il momento di crisi, viene generalmente vissuto : da sintomo di inadeguatezza e fallimento personale a segnale da ascoltare di una  fase critica legato a un passaggio evolutivo importante della propria vita
Il confronto inoltre ha permesso di fare i conti con gli stereotipi e i pregiudizi  che si hanno nei confronti delle persone con un disagio mentale, di comprendere che le definizioni legate al disagio mentale dipendono dalla cultura e dalle dinamiche socio economiche in atto in epoche storiche differenti e di  sottolineare il ruolo che ricopre lo sport nel delineare e promuovere percorsi di inclusione sociale.

Durante la giornata del 10 ottobre a conclusione del percorso di sensibilizzazione, si  organizzerà  un torneo di pallavolo applicando le regole dell' Easy Volley .
L'easy Volley è il frutto di una riflessione fatta in questi ultimi anni dalla UISP e dall' ANPIS attorno al valore dello sport come strumento per favorire il dialogo all'interno delle nostre comunità urbane. Esso rappresenta una'occasione per dar voce e valorizzare le differenze di cui ciascuno è  portatore. L'easy volley si propone di realizzare le condizioni per una competizione equilibrata superando approcci paternalistici alla questione "sport e inclusione sociale"

I primi incontri di pallavolo e calcio ai quali parteciperanno rappresentative di studenti del Polo dei Licei ,degli istituti Paolini Cassiano, Scarabelli e Alberghetti insieme ai gruppi sportivi dell' ANPIS Emilia Romagna. avranno luogo dalle ore 10 alle ore 13 presso la Palestra Cavina di Via Boccaccio 1, Imola.
"Aprirà i giochi"  Marco Raccagna,  assessore all'Istruzione del Comune di Imola


Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO