1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

10 novembre 2009 - INFLUENZA A/H1N1. IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

 Andamento epidemico
Come nel resto d'Italia anche nella nostra regione l'epidemia si sta allargando: nell'ultima settimana, secondo il sistema di sorveglianza che ne monitora l'andamento, si stima che abbia colpito il 1,09 per cento della popolazione (1,6 per cento tra i minori di 4 anni e 4,1 per cento dei bambini tra 5 e 14 anni, che risulta essere la classe d'età maggiormente colpita).
L'influenza A H1N1 si conferma come una normale influenza stagionale da cui si guarisce senza gravi conseguenze tranne casi eccezionali (l'uno per mille), pur continuando a dimostrare una grande capacità di diffusione.
 

Andamento campagna vaccinale nel territorio
Nella prima settimana dall'avvio,(2 novembre u.s.), della campagna di vaccinazione dei bimbi e dei ragazzi dai 6 mesi ai 17 anni di età con patologie croniche o disturbi del sistema immunitario, la Pediatria di Comunità ha vaccinato 278 bambini sui 449 invitati con lettera di convocazione. Adesioni per il 62%, che appare un ottimo risultato se si considera che molti sono stati costretti al rinvio perché ammalati. Nel corso dei prossimi 7 giorni sono in programma altrettante vaccinazioni. Questa categoria a rischio è stata chiamata in ordine di età, a partire dai più piccoli, per cui i ragazzi tra i 14 e i 17 anni potrebbero ricevere l'invito in questi giorni.
Sono state invece 931 le vaccinazioni effettuate presso gli ambulatori Vaccinazioni adulti del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl di Imola. Attualmente sono in corso le vaccinazioni delle persone portatrici di patologie croniche per cui sono raccomandate le vaccinazioni anti-influenzali, le donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza e gli operatori sanitari e socio assistenziali.  
Saranno comunque sempre i medici di famiglia a comunicare ai loro assistiti la sede in cui sarà somministrato il vaccino: o presso il loro ambulatorio (se hanno aderito anche alla somministrazione del vaccino oltre che alla promozione della vaccinazione) o presso gli ambulatori vaccinali delle Aziende Usl.
Per garantire un servizio adeguato al crescente afflusso di cittadini invitati alla vaccinazione, il Dipartimento di Sanità Pubblica ha ampliato gli orari di apertura degli ambulatori come di seguito indicato.


Organizzazione dell'assistenza in relazione all'andamento epidemico
La situazione in termini di accesso al PS e di ricovero di persone con sospetta influenza è, a tutt'oggi, relativamente tranquilla. Nella settimana dal 2 all'8 novembre compresi sono stati 43 gli accessi (di cui 20 di bambini dagli 0 ai 13 anni) e 11 i ricoveri (di cui 2 con infezione accertata da A/H1N1).
A scopo precauzionale e su indicazione regionale dal week end scorso sono state comunque attuate alcune delle misure previste dal Piano pandemico aziendale predisposto nei mesi scorsi.
Presso il Pronto Soccorso di Imola, è stato attivato, per ora solo nelle ore pomeridiane, un ambulatorio dedicato a soggetti con sintomi influenzali.
All'ambulatorio sono dedicati medici hanno effettuato un tirocinio di oltre due mesi presso l'Unità Operativa Pediatria di Imola.
Sono inoltre stati attivati percorsi facilitati per la diagnostica radiologica e di laboratorio.
Non essendosi mai verificati in questi giorni problemi di mancanza di posti letto, non si  è a tutt'oggi reso necessario l'avvio delle misure organizzative per garantire ulteriori disponibilità, che sono comunque previste nel piano e tempestivamente attuabili al bisogno.   
Poiché per l'influenza va privilegiata l'assistenza a domicilio (recarsi al Pronto soccorso non è necessario dal punto di vista assistenziale e provoca rischi di diffusione dell'infezione), l'Ausl di Imola ha provveduto al potenziamento del servizio di continuità assistenziale garantendo la disponibilità di ulteriori 4 medici di continuità assistenziale, impiegati, dal lunedì al venerdì, come supporto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di libera scelta, in particolare per l'effettuazione delle visite domiciliari. Questi medici vengono attivati direttamente dai colleghi medici di famiglia e non direttamente dalle chiamate dei cittadini.
Per le 12 ore diurne del sabato e della domenica è invece stato aggiunto un medico reperibile, oltre ai due normalmente previsti dal turno. 
 
Informazioni    
Anche il servizio di informazione ai cittadini è stato potenziato.
Il numero verde del Servizio sanitario regionale 800 033 033 (chiamata gratuita sia da telefono fisso che da cellulare) è garantito 7 giorni su 7, dalle ore 8,30 alle ore 17,30 e in caso di necessità mette in contatto il cittadino con la propria Ausl dove è sempre disponibile un operatore della comunicazione ed un sanitario.
 
AMPLIAMENTO ORARI Ambulatori vaccinali di Igiene e Sanità Pubblica

- Imola, Ospedale Vecchio dal lunedì al venerdì ore 9 -13; lunedì, martedì, giovedì ore 14,30-17,30; sabato ore 9 - 12;
- Borgo Tossignano, Via dell'8° Centenario, 4   venerdì ore 9,30-12
- Castel San Pietro Terme, Ospedale Civile Viale Oriani 1, Palazzina ex Amministrazione, Lunedì e venerdì  ore 8,30 -13
- Medicina, Polo Sanitario Via Saffi 1 giovedì ore 8,30-13 e 14,30-16,30  
 


Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO