testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

"Serve a tutti, serve anche a me": la nuova campagna del Fascicolo sanitario elettronico

Una 'carta d'identità della salute' che racchiude tutta la storia clinica e sanitaria di una persona, che permette di accedere on line a tanti documenti e a tanti servizi. L'assessore Venturi: "Un servizio di grandissima utilità per cittadini e medici"

Che cos'è il fascicolo sanitario?

Il Fascicolo sanitario elettronico è una raccolta di documentazione sanitaria che, nel tempo, costituisce la storia clinica di una persona. E' disponibile in ogni momento su internet (www.fascicolo-sanitario.it), in forma protetta e riservata, vale a dire consultabile solo attraverso l'utilizzo di credenziali personali.

 

In Emilia-Romagna la realizzazione del Fascicolo sanitario elettronico è possibile grazie a Sole (Sanità on line), la rete informatica che collega i medici e i pediatri di famiglia a tutte le strutture sanitarie e agli specialisti del Servizio sanitario regionale che possono condividere, se l'interessato ha dato il proprio consenso - e nel rigoroso rispetto della privacy - la documentazione clinica relativa a prestazioni e servizi erogati nelle strutture del Servizio sanitario regionale (ad esempio, referti di visite ed esami specialistici).

Una 'carta d'identità della salute' che racchiude tutta la storia clinica e sanitaria di una persona: i referti delle visite specialistiche, le lettere di dimissione dall'ospedale, i verbali del Pronto soccorso, le prescrizioni farmaceutiche, le immagini radiografiche e persino i certificati vaccinali. E, al tempo stesso, uno strumento che permette di accedere on line a tanti servizi, come il cambio del medico di famiglia, il pagamento, ma anche la prenotazione, lo spostamento e la disdetta di una visita e di un esame.

É il Fascicolo sanitario elettronico, che la Regione Emilia-Romagna vuole promuovere attraverso una campagna di comunicazione pronta a partire: "Fascicolo sanitario elettronico. Serve a tutti. Serve anche a te. Serve anche a me". Perché si tratta davvero di un'innovazione tecnologica a disposizione di tutti i cittadini, dai più giovani ai più anziani, da quelli sani a chi è affetto da patologie croniche, che permette di semplificare le procedure di accesso alla sanità, di risparmiare tempo e di raccogliere in un unico posto, cioè sul web, tantissimi dati. In modo ordinato e sicuro.

"Diamo il via a una campagna di comunicazione che ha uno scopo preciso- ha spiegato oggi in conferenza stampa l'assessore regionale alle Politiche per la salute, Sergio Venturi-: far comprendere l'importanza e al tempo stesso la praticità di questo strumento, di grandissima utilità sia per i cittadini sia per i medici. Che consente di accedere con un semplice clic e di avere a portata di mano ovunque e con qualsiasi strumento, computer, tablet o smartphone, tutta la propria storia clinica, in forma protetta e riservata, o quella dei propri bambini, a partire dalla situazione vaccinale. Il Fascicolo sanitario elettronico- ha aggiunto Venturi- velocizza i processi ed evita spostamenti inutili, e sarà sempre più importante anche in futuro per migliorare l'assistenza. I dati degli ultimi anni dicono che sempre più cittadini ce l'hanno, ma adesso occorre fare un salto in avanti. Con questa campagna- ha concluso l'assessore- vogliamo parlare a tutti, illustrando quali e quanti vantaggi, forse ancora poco noti, offre l'attivazione. Per semplificare, in una parola, il nostro rapporto con la sanità".

Completamente rinnovato a fine 2016, con una diversa grafica, navigazione e organizzazione dei contenuti che ne hanno reso più facile l'uso, il fascicolo sanitario elettronico in Emilia-Romagna negli anni ha visto incrementare la diffusione: sono 377.389 i fascicoli attivati, perlopiù da donne, principalmente tra i 45 e i 59 anni.

 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO