testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

19 ottobre 2010 - 118: organico pieno e nessuna sofferenza

L'Azienda Usl risponde al comunicato della UIL FPL
 
L'organico del 118 Imola Soccorso è completo: 22 gli infermieri in turno, 5 le sostituzioni. Relativamente poche anche le malattie, al momento sono 2.
In media 121 ore al mese di lavoro. Insomma, nessuna sofferenza di organico e nessun problema di copertura dei turni, ma una - sempre possibile - assenza improvvisa che ha reso necessario ricercare la sostituzione tra gli operatori in riposo o in ferie. All'indisponibilità dei chiamati ha fatto seguito, necessariamente e a garanzia di copertura del servizio, la richiesta all'infermiere che era in turno al mattino di coprire anche il pomeriggio. Fatto avvenuto ieri, e solo ieri.
Da tenere presente che il lavoro dell'infermiere del 118 è in parte un lavoro di stand by, ossia di attesa della chiamata. Ad esempio a Medicina, tanto per riprendere uno degli esempi introdotti dalla UIL, l'ambulanza esce circa 1 volta e mezzo a notte.
Questo anche per rispondere all'accusa di carenza di mezzi sul territorio.
Sull'obsolescenza dei mezzi la realtà è piuttosto evidente: ogni anno l'Azienda, anche grazie alla generosità di enti ed aziende del territorio, rinnova il suo parco ambulanze con i mezzi più avanzati tecnologicamente (l'ultima ambulanza ultra tecnologica è stata inaugurata il 4 ottobre scorso, dono di Lega Coop Imola).
In definitiva, due pagine di accuse ed allarmi da ricusare, quelle della UIL.
La programmazione del 118 è regionale e provinciale e Imola Soccorso è pienamente dentro a tale programmazione, garantendo tempi di intervento ampiamente entro agli standard e, in alcuni casi, di eccellenza regionale e nazionale su territori orograficamente disagevoli, come ad esempio la Vallata.

 

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO