1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

Epatite A

Che cos'è l'epatite A?
L'epatite A è una malattia infettiva acuta causata da un virus, che può manifestarsi con febbre, malessere, disturbi gastrointestinali ed ittero (colorazione gialla della pelle).
Spesso i disturbi non sono specifi ci (solo febbre e disturbi gastrointestinali) o sono del tutto assenti, soprattutto nel bambino. La trasmissione avviene prevalentemente attraverso acqua e cibi contaminati.
Fino a pochi decenni fa l'Italia era un Paese con grande diffusione dell'infezione e la maggior parte della popolazione sviluppava perciò anticorpi protettivi già dall'infanzia.
Attualmente uno dei fattori di rischio più importanti è rappresentato dal viaggio all'estero in Paesi dove ci sono condizioni igieniche carenti.

Il rischio per i viaggiatori
Il rischio di epatite A per i viaggiatori è elevato: può raggiungere i 300 casi di malattia per 100.000 viaggiatori in zona ad alto rischio, valore che può elevarsi a 2.000 casi per 100.000 viaggiatori esposti a condizioni igieniche sfavorevoli.

 La vaccinazione antiepatite A
È una vaccinazione che conferisce immunità contro l'epatite virale di tipo A.
Il ciclo vaccinale consiste in una dose, che inizia a proteggere entro 2 settimane. Una dose di rinforzo a distanza di 6-12 mesi dalla prima protegge per molti anni (15 - 20).
È particolarmente consigliata alle persone che si recano in Paesi con condizioni igieniche carenti.
Ogni dose consiste in una iniezione intramuscolare nella regione deltoidea (parte alta del braccio).
Sono possibili lievi reazioni nella sede di iniezione (dolore, rossore e tumefazione) e/o modeste reazioni generali: febbre, cefalea, malessere.
Le controindicazioni alla vaccinazione sono: malattie febbrili in atto, allergia ai componenti del vaccino.

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO