1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

Colera

Che cos'è il colera?
È una malattia batterica che si manifesta in modo acuto con la comparsa di una diarrea grave, spesso tanto abbondante da causare in breve tempo una pericolosa disidratazione, talora accompagnata da vomito.
La trasmissione del vibrione del colera avviene per via orale, tramite acqua o alimenti contaminati dalle feci dei malati o dei portatori.
La malattia è presente in molti Paesi dell'Africa, del Centro- Sud America e dell'Asia.

Il rischio per i viaggiatori
Il rischio di trasmissione per i viaggiatori è molto basso (0,2 casi per 100.000 viaggiatori), ma aumenta in caso di viaggi di lunga durata in Paesi con epidemie.
Le precauzioni alimentari (cottura dei cibi e acqua garantita potabile o bollita) sono normalmente sufficienti a minimizzare
il rischio.

La vaccinazione anticolerica
È una vaccinazione che conferisce protezione contro il colera e che ha dimostrato una protezione parziale nei confronti delle forme "di diarrea
del viaggiatore" causate dall'Escherichia coli enterotossico. Può essere consigliabile per i viaggiatori che si recano in Paesi ove è in atto una epidemia di colera, oppure in Paesi ove la malattia è normalmente presente, se il viaggio è di lunga durata ed a basso tenore igienico.
Il vaccino va assunto per via orale, a stomaco vuoto, lontano dai pasti, con due dosi ad almeno una settimana l'una dall'altra e con la seconda dose assunta almeno sette giorni prima della partenza. I bambini di età compresa tra 2 e 6 anni devono assumere tre dosi.
Per mantenere la protezione nel tempo è previsto un richiamo dopo due anni negli adulti e nei bambini con età superiore a 6 anni, mentre per i bambini di età compresa tra 2 e 6 anni il richiamo è previsto dopo sei mesi.
Il vaccino può provocare lievi disturbi gastrointestinali (dolore addominale, diarrea, nausea, vomito).
Le controindicazioni sono costituite dalle malattie gastrointestinali acute e dalla manifestazioni febbrili in atto. Non deve essere somministrato ai bambini al di sotto di 2 anni d'età.

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO