1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

Lo "SPAZIO GIOVANI" del Consultorio Familiare anche a Medicina

Si è tenuta lunedì 26 settembre l'inaugurazione del nuovo servizio Spazio Giovani del Consultorio familiare dell'Ausl di Imola a Medicina, che garantirà il servizio per tutti i giovani dell'area territoriale di Medicina e Castel Guelfo di Bologna.

All'inaugurazione erano presenti gli Assessori: Dilva Fava (Politiche Sociali Comune di Medicina),  Valeria Ventura, (Pari Opportunità Comune di Medicina) e Anna Venturini (Sanità e Servizi Sociali di Castel Guelfo di Bologna), il Direttore del Distretto dell'Ausl di Imola Andrea Rossi, il Direttore del Dipartimento Cure Primarie Lucia La Rovere, la responsabile del Consultorio familiare Maria Grazia Saccotelli, e la Dr.ssa Lia Castagnari, direttore facente funzioni UOC Ostetricia e Ginecologia.

Dopo il taglio del nastro le autorità e i cittadini hanno visitato i tre ambulatori (al piano terra del Polo Sanitario), che, nei pomeriggi del lunedì, ospiteranno rispettivamente ostetrica, ginecologa e psicologa.

Una soluzione logistica provvisoria, come ha spiegato la Dr.ssa La Rovere annunciando che "nell'arco del 2012 tutta l'area consultoriale troverà una propria sede definitiva ed unica al piano primo, presso il quale a breve partiranno i lavori di ristrutturazione. Abbiamo però ritenuto che fosse importante aprire fin da subito questo servizio, anche se con una logistica provvisoria, che, come avvenuto in aprile per Castel San Pietro, costituisce un primo mattone per la costituzione della Casa della Salute di Medicina e Castel Guelfo, luogo in cui i cittadini troveranno tutti i servizi di assistenza primaria in piena integrazione con quelli specialistici".

Un'ulteriore novità - annunciata oggi dalla Dr.ssa Lia Castagnari - è stata l'attivazione di un nuovo ambulatorio ostetrico ginecologico che opererà al Polo di Medicina a partire dal 14 ottobre, ogni venerdì mattina, su prenotazione CUP, proprio nella logica di massima integrazione tra servizi territoriali ed ospedalieri.

Grande soddisfazione espressa dagli Assessori presenti per l'attivazione di un servizio ritenuto essenziale per un territorio in grande espansione demografica. "Ringraziamo l'Azienda Usl per aver risposto prontamente alla nostra richiesta di attivare questo servizio rivolto agli adolescenti, in cui i nostri ragazzi possano trovare professionisti in grado di ascoltarli, consigliarli e confrontarsi con loro - ha dichiarato l'Assessore alle Politiche Sociali di Medicina Dilva Fava - Le Amministrazioni di Medicina e Castel Guelfo ritengono fondamentale lo sviluppo sul territorio di servizi rivolti indirizzati ai giovani, alle coppie e alle donne e questo è un primo passo in tal senso. Abbiamo già provveduto a diffondere l'informazione e tra i ragazzi delle scuole e nelle prossime settimane abbiamo previsto momenti assembleari per poter meglio raccontare ai nostri giovani le opportunità offerte da questo servizio".   
 
Ma cos'è lo Spazio Giovani?
"Questo servizio, ad accesso diretto e gratuito, è pensato e costruito per rispondere ai bisogni degli  adolescenti - ha spiegato la responsabile, Maria Grazia Saccotelli - I ragazzi dai 14 ai 20 anni possono recarsi al Servizio senza bisogno di prenotazione ogni lunedì dalle 14 alle 16 e trovare a loro disposizione l'ostetrica, la ginecologa e la psicologa. Il servizio prevede sia un'attività clinico-diagnostica, in campo ostetrico, ginecologico, psicologico, che un'attività di promozione della salute sui temi dell'affettività e della sessualità che si sviluppa soprattutto nella collaborazione con le Scuole e con lo spazio web. Gli adolescenti, soprattutto le ragazze, che ancora oggi costituiscono la maggioranza dei nostri utenti, accedono liberamente allo spazio, talvolta accompagnati da amici o amiche oppure dai genitori. Nell'80% dei casi circa vengono per consulenze e visite ostetrico ginecologiche, ma ci sono anche molte richieste di supporto psicologico. Il servizio inoltre è anche aperto ai genitori ed agli insegnanti.  Le attività sono svolte seguendo un'etica di rispetto dello spazio privato del sé di ciascun individuo, salvaguardando il bisogno di segretezza ed il senso del pudore dei ragazzi/e. La peculiarità di questo servizio è il lavoro in equipe, la capacità di lavorare per problemi e non per singole prestazioni e la ricerca di una presa in carico globale della situazioni, sia da un punto di vista sanitario che psico-sociale. Ad Imola lo Spazio Giovani esiste dal 1993 ed è un ottimo punto di riferimento per i ragazzi, che sempre più vi si rivolgono. Peraltro mentre nel passato i giovani maschi non si avvicinavano al servizio, in questi ultimi anni si sta verificando un progressivo aumento dell'utenza maschile (nel 2010 su 559 giovani i maschi sono stati 31).
 

Attività clinico diagnostiche
Tra le attività clinico diagnostiche dello Spazio Giovani troviamo le consulenze psicologiche, ostetriche e ginecologiche.
Accoglienza, riservatezza, centralità dei ragazzi/e, sono le parole chiave. Tutti gli operatori svolgono attività di prevenzione e promozione della salute e si occupano dei ragazzi nella loro globalità.
Il ruolo fondamentale dell'Ostetrica è legato prevalentemente all'accoglienza ed all'offerta di informazioni e consulenze su temi quali la contraccezione, il ciclo mestruale, i rapporti sessuali.
La ginecologa non si limita a visite e prescrizioni, ma insieme all'ostetrica cerca di capire il vero motivo per cui l' adolescente accede al servizio, per rispondere alle sue richieste, anche quando non palesemente espresse. I principali motivi per cui un adolescente si rivolge alla ginecologa o all'ostetrica riguardano le informazioni e le prescrizioni di metodi contraccettivi, i problemi del ciclo mestruale, endocrinologici o ginecologici, semplici visite di controllo e/o richieste di informazioni.  
La psicologa offre uno spazio d'ascolto e di sostegno agli adolescenti per tutte le tematiche legate ai cambiamenti psicologici che possono insorgere in questo particolare periodo della vita. La sua attività si rivolge non solo ai giovani ma anche ai genitori,  insegnanti e/o adulti che entrano in contatto con il loro mondo. 
 

Spazio Giovani e scuola
Le attività dello Spazio giovani si svolgono anche all'interno della scuola secondaria di primo e secondo grado, con programmi distinti e "tarati" sull'età dei ragazzi, che affrontano varie tematiche dal punto di vista culturale, anatomo-fisiologico e psicologico.
 

Spazio Giovani e Web
Un ulteriore strumento è lo Spazio giovani web (www.ausl.imola.bo.it, "Spazio Giovani"), che riconosce in internet un canale di comunicazione privilegiato per dialogare coi ragazzi/e, a cui peraltro accedono più facilmente anche i maschi, in genere più restii a rivolgersi personalmente al servizio.
La comunicazione via internet, sia diretta, attraverso le mail, che indiretta, attraverso i contenuti del sito, garantisce quel  bisogno di "segretezza" fondamentale per gli adolescenti. Lo spazio giovani nel web allora diventa davvero uno spazio di dialogo interattivo ed immediato, dove i ragazzi possono trovare risposte ai loro dubbi ed alle loro curiosità, talvolta alle loro ansie, sapendo che dall'altra parte ci sono interlocutori competenti, motivati ed attenti alle loro esigenze".
Lo scopo non è fornire una informazione "fredda-asettica", da libro scolastico, bensì offrire un contributo di pensiero che miri alla promozione del  benessere psico-fisico dei ragazzi/e, senza che esso cada dall'alto, ma ricercando un vero rapporto con loro.
Le pagine internet dedicate allo Spazio Giovani nel sito aziendale www.ausl.imola.bo.it, sono tra le più visitate, con 43mila pagine visitate ogni anno, e circa 1300 accessi mensili.

 
 
 
 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO