1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

14 dicembre 2011 - Area critica. La nuova organizzazione parte dal 19 dicembre

E' stata deliberata oggi la nuova organizzazione dell'Area Critica del Santa Maria della Scaletta, dopo la comunicazione alle OO.SS avvenuta in mattinata.

L'accordo con i professionisti è avvenuto, dopo tutte le discussioni del caso, anche a seguito della delibera di Giunta Regionale approvata il 5 dicembre scorso che ha rivisto i requisiti di accreditamento delle strutture cardiologiche nel senso previsto dal progetto aziendale imolese.

La delibera regionale, analizzata e spiegata dal punto di vista tecnico professionale nel corso dell'incontro avvenuto lo stesso pomeriggio del 5 dicembre tra gli operatori, la direzione e i rappresentanti della Commissione dell'Agenzia Sanitaria Regionale che ha redatto il documento regionale, ha infine fugato i dubbi dei professionisti sul nuovo modello organizzativo proposto in prima istanza dall'Ausl di Imola.

"Avevamo annunciato che l'organizzazione dell'Area Critica anticipava quanto previsto dalla Regione, poi i necessari confronti interni ci hanno portato a realizzarla non in anticipo, ma in tempo reale rispetto alla delibera di Giunta - spiega il Direttore generale dell'Ausl Maria Lazzarato - Il confronto in queste settimane è stato intenso e fruttuoso, abbiamo cercato di recepire le istanze di tutte le parti e anche domani si svolgerà un incontro professionale allargato a tutti gli operatori coinvolti. Siamo soddisfatti perché i professionisti coinvolti hanno potuto confrontarsi direttamente con la direzione e con i rappresentanti regionali e professionali rispetto a questo tema organizzativo ed hanno trovato risposta ai quesiti tecnici che sollevavano. Il modello organizzativo che avevamo proposto e che oggi abbiamo definitivamente deliberato prevede il mantenimento dell'UTIC, sotto la responsabilità clinica dei medici cardiologi, integrata all'interno dell'Area Critica composta da 12 posti letto di semi-intensiva e 8 di intensiva. La responsabilità del paziente, esattamente come prima, resta al cardiologo; l'equipe infermieristica è unica per tutti i pazienti dell'Area, che sono assistiti a seconda del loro bisogno di salute. La nuova organizzazione sarà attiva dal prossimo lunedì 19 dicembre, e lo ribadiamo, non modificherà in nulla la sicurezza e la qualità di cura dei pazienti, mentre contribuirà alla qualificazione del personale dell'assistenza e all'integrazione professionale dei medici dell'area.

Contemporaneamente sarà possibile riaprire i due letti di intensiva chiusi prima dell'estate, e dopo le festività tornare a pieno regime con le attività del blocco operatorio appena rammodernato.

 

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO