testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

LE LINEE STRATEGICHE 2010-2013 PER MACROAREA

PSA-PAL 2010-2013 - La gradualità delle cure

L'evoluzione della maggior parte delle malattie verso la cronicità ha richiesto l‟introduzione di approcci finalizzati a mantenere la continuità delle cure sia all‟interno dell‟Ospedale, sia nei raccordi con i servizi territoriali.
L'esigenza di combinare la bassa intensità di cura, che caratterizza gran parte della domanda di ricovero ordinario, con gli attuali contesti ad alta tecnologia e ad alta specializzazione, richiede di sperimentare forme assistenziali diverse che consentano anche di mettere in campo competenze multidisciplinari, in parte non mediche ed in parte non sanitarie.
Il modello della stratificazione per gradualità di cura, ossia l‟accoglienza del paziente in un‟area appropriata in base alla complessità/instabilità clinico/assistenziale ed al trasferimento successivo al variare delle condizioni cliniche, è un modello concettuale applicabile a diversi livelli, all‟interno del contenitore Ospedale, al singolo Dipartimento, alla singola Unità Operativa, secondo specifici criteri definiti in base alla casistica di riferimento.
Esso è incentrato sulla stratificazione del bisogno clinico assistenziale del paziente e l‟attribuzione del livello di cura richiesto consegue ad una valutazione di instabilità clinica (associata a specifiche alterazioni di parametri fisiologici) e di complessità assistenziale (medica ed infermieristica).
Ad indicare la configurazione dell‟organizzazione ospedaliera è innanzitutto la componente clinica, che una volta stabilita attraverso scale validate, orienterà il paziente ad un preciso livello nel quale esso riceverà le cure prescritte secondo uno specifico grado di intensità definito in base alle migliori evidenze disponibili in letteratura.


Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO