testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

PSA-PAL 2010-2013 - IL PROFILO DEL PRESIDIO OSPEDALIERO

Rapporti con il Presidio Ospedaliero

Per il sistema ospedaliero, che caratterizza sempre più il proprio orientamento all‟intensività assistenziale, all‟accentramento tendenziale delle funzioni ed alla produzione di prestazioni di elevata specializzazione, si pone il sostanziale obiettivo di integrarsi sempre di più con il sistema dell‟assistenza primaria che, per sua natura, è orientata all‟estensività assistenziale.
Obiettivo primario per i NCP diventa, in questa ottica, la corretta gestione dei processi attraverso una modalità di presa in carico del paziente che garantisca la continuità di cura sul territorio attraverso la sua rete assistenziale.
Accanto al prioritario e già citato sviluppo di percorsi diagnostico terapeutici condivisi per la gestione integrata della patologia cronica (Diabete mellito, Scompenso cardiaco, BPCO, Stroke, ecc.) i NCP saranno sempre più chiamati a raccordarsi con il sistema delle cure ospedaliere, là dove ne ricorrano le condizioni, per la continuità delle cure. La realizzazione delle forme più strutturate delle Cure Primarie faciliterà la continuità assistenziale, migliorando in particolare le modalità di comunicazione tra ospedale e MMG in relazione al ricovero dei pazienti, alla dimissione protetta, all'attuazione di percorsi diagnostici terapeutici condivisi, anche grazie alla disponibilità di strumenti informatici e telematici per lo scambio di informazioni cliniche e per l'attuazione di procedure di teleconsulto e telemedicina. Anche lo sviluppo del day hospital e della day surgery saranno fortemente condizionati dalla capacità del territorio di farsi carico delle necessità socio-assistenziali di pazienti sottoposti a procedure/interventi appropriati per il ricovero di giorno che, per particolari esigenze sanitarie, necessitano successivamente di interventi propri del livello territoriale (ad es. terapia del dolore, controllo di sintomi associati a procedure, nausea, vomito etc.). In questo settore, il raccordo territorio-ospedale potrà incrementare l'appropriatezza del regime di ricovero.
Infine l'integrazione ospedale territorio è fondamentale anche in altri contesti socio-assistenziali, come ad esempio per l'attuazione di un percorso nascita che consenta la dimissione precoce e protetta della madre e del bambino, favorendo la demedicalizzazione e l'allattamento al seno.


Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO