testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

PSA-PAL 2010-2013 - IL PIANO DEGLI INVESTIMENTI 2010-2013

La pianificazione economico-finanziaria è connessa a mission e vision ed è interdipendente agli obiettivi strategici di attività di offerta dei servizi, governo clinico e investimenti. Pertanto, l‟obiettivo strategico di un buon "governo economico", è l‟ottimale allocazione delle risorse disponibili non solo in relazione al perseguimento degli obiettivi di "offerta sanitaria" ma anche agli investimenti strutturali e tecnologici.

 

INVESTIMENTI STRUTTURALI DI MEDIA DIMENSIONE

Gli investimenti strutturali previsti nel Piano Strategico Aziendale 2010 - 2013, prevedono il completamento della progettazione e la realizzazione degli interventi finanziati ex art. 20 della legge n. 67/88 - 1° e 2° stralcio - IV fase, ed in particolare:
 
Programma investimenti straordinari in Sanità (ex art.20 legge 67/88 - 1° stralcio - IV fase:
Gli interventi previsti dall‟Accordo di Programma Regionale e finanziati con fondi dello Stato - Regione Emilia-Romagna sono:

  • intervento di manutenzione straordinaria per la riqualificazione degli ex reparti di Emergenza dell‟Ospedale Civile di Imola, consistente nella realizzazione di un poliambulatorio chirurgico con attività di endoscopia e del reparto di Day Hospital Oncologico. 
  • intervento di manutenzione straordinaria di porzione del IV piano dell‟Ospedale Civile di Imola per la realizzazione di un reparto di degenza destinato all'U.O. di Chirurgia, sito al IV piano (m.q.1500). Sarà, inoltre, completata la ristrutturazione della porzione rimanente del IV piano per le UU.OO. di attività chirurgica, per una superficie complessiva ristrutturata di mq.3000
 

Programma investimenti straordinari in Sanità (ex art. 20 legge 67/88 - 2° stralcio - IV fase):
Gli interventi previsti dalla proposta di Accordo di Programma Regionale che saranno finanziati con fondi dello Stato - Regione Emilia-Romagna e che copriranno l‟arco temporale compreso tra il 2011 e il 2013, sono così articolati:

 
  • intervento di ammodernamento tecnologico del blocco operatorio consistente nell‟installazione di sistemi pensili, lampade scialitiche, sistemi multimediali per la visualizzazione di immagini cliniche e degli impianti e lavori edili ad essi connessi; 
  • intervento di manutenzione straordinaria del reparto di Medicina dell‟Ospedale Civile di Imola, consistente nel riassetto edile ed impiantistico dei settori 1 e 2 del reparto di Medicina, sito al 6° piano dell‟Ospedale, per una porzione di mq 1500; 
  • manutenzione straordinaria del 3° piano per una superficie di mq 3000 per il riassetto dei reparti di Geriatria e Lungodegenza. (l‟intervento verrà realizzato in 2 stralci);
  • realizzazione Casa della Salute presso il Polo Sanitario di Castel S. Pietro T. - 1° stralcio;
 

Sono, inoltre, previsti interventi finanziati con fondi derivanti dal Programma regionale investimenti in Sanità), finalizzati alla riduzione del rischio sismico e fondi aziendali per interventi per il miglioramento dell‟erogazione delle prestazioni sanitarie e per la conservazione del patrimonio immobiliare:

 
  • Completamento, nel 2010, dell‟intervento di "Manutenzione straordinaria per la realizzazione delle Residenza e del reparto di Diagnosi e Cura Psichiatrico, presso l‟Ospedale Civile di Imola", (ex reparto di Ortopedia) con la realizzazione di 14 posti letto per la Residenza e 15 posti letto per il reparto di Diagnosi e Cura, per una superficie di mq 1550. I lavori si sono conclusi ad aprile 2010 e la struttura è già attiva.
 

I finanziamenti regionali in Sanità prevedono, inoltre, tra il 2010 e il 2011:

 
  • l‟intervento di adeguamento impiantistico del Blocco Operatorio dell'Ospedale Civile di Imola, con la realizzazione dell'ottava sala operatoria ed un rifacimento degli impianti elettrici e meccanici, delle canalizzazioni e delle unità di trattamento dell‟aria.
  • attuazione dei programmi di intervento per la riduzione del rischio sismico, già realizzati nell‟Ospedale di Castel S. Pietro T. nella porzione, a piano terra; per tale intervento è stato stanziato uno specifico finanziamento statale gestito dal Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna.
 

Attuazione dei programmi di edilizia sanitaria realizzati con fondi propri dell‟Azienda USL di Imola realizzati nel 2010:

 
  • Manutenzione della nuova sede dei Poliambulatori chirurgici con un nuovo riassetto funzionale e distributivo degli spazi (mq 1000); 
  • adeguamento degli spazi degli ex Poliambulatori chirurgici e trasferimento degli studi medici attualmente posizionati al 5° piano del corpo degenza;
  • intervento per la realizzazione della sede di inter-nucleo consistente nella ristrutturazione di una porzione di edificio contiguo all‟Ospedale Vecchio di Imola, dislocato a piano terra, per la realizzazione di spazi per: l‟ambulatorio infermieristico, medici per la Continuità Assistenziale diurna, consulenze specialistiche, MMG per patologie croniche, assistente sociale;
  • ampliamento degli ambulatori destinati allo screening mammografico presso l‟UOC di Radiologia dell‟Ospedale Civile di Imola;
  • interventi di manutenzione straordinaria degli ambienti e delle finiture esterne dei corpi di fabbrica e dell‟area cortiliva e per porzioni del manto di copertura del Polo Sanitario di Medicina; 
  • attivazione, dell‟area pediatrico-consultoriale, per una superficie di mq 300 destinati agli studi dei Pediatri di Libera Scelta, della Pediatria di Comunità e del Consultorio Familiare del Polo Sanitario di Medicina.
 

TRASFORMAZIONI LOGISTICO-STRUTTURALI DI LUNGO TERMINE

Le trasformazioni logistico-strutturali progettate per l‟Ospedale Nuovo di Imola hanno come obiettivo quello di concentrare, in una unica sede, tutte le funzioni ospedaliere attualmente collocate in strutture esterne (Ospedale Vecchio / Presidio Sanitario L. Lolli e Silvio Alvisi), in una ottica di razionalizzazione dei percorsi del paziente e di ricerca di sinergie di sistema.
Le suddette trasformazioni verranno realizzate in un periodo di tempo superiore alla durata del presente Piano Strategico. Peraltro, è necessario definire, nel corso di validità del Piano medesimo, sia la progettazione iniziale, sia il reperimento dei rilevanti finanziamenti necessari alla loro realizzazione.
L‟intervento prioritario consiste nella realizzazione di una piastra polifunzionale in adiacenza all‟ingresso principale, collegata alla struttura ospedaliera, funzionale alla facilitazione dell‟accesso dei cittadini alle prestazioni per esterni. Questa costruzione sarà destinata ad ospitare le attività ambulatoriali specialistiche presenti negli attuali Poliambulatori B, la dialisi e l‟attività di riabilitazione. L‟intervento di ampliamento avrà una superficie complessiva di circa 6.000,00 mq. Si prevede di iniziare la progettazione nel 2012, con inizio lavori e completamento negli anni successivi.
Al contempo è prevista la realizzazione della nuova sede della Camera Mortuaria di Imola e del servizio di Anatomia Patologica, nelle immediate vicinanze della zona destinata a parcheggio, all‟interno di una struttura indipendente rispetto alla struttura dell‟Ospedale. La progettazione verrà iniziata nel 2012, l‟esecuzione dei lavori, con particolare riferimento alla nuova Camera mortuaria, sarà effettuata in collaborazione ed accordo con le amministrazioni comunali interessate.
Si prevede inoltre di realizzare, in adiacenza alla struttura sopraccitata, un magazzino destinato ad ospitare gli archivi aziendali ed il magazzino economale. Il suddetto intervento, è ritenuto non prioritario e verrà realizzato compatibilmente con il reperimento delle risorse finanziarie necessarie. Ulteriore intervento previsto è la ristrutturazione degli spazi lasciati liberi dal trasferimento dei Poliambulatori B. Tali spazi saranno destinati ad ospitare gli uffici della Direzione Farmaceutica ed il servizio di Genetica Medica che attualmente si trovano collocate al Padiglione Lolli.
Gli interventi descritti, ed in particolare quello ritenuto prioritario (la Piastra Polifunzionale) saranno finanziati in parte da alienazioni del patrimonio aziendale e, in parte, da finanziamenti regionali/nazionali.
Le planimetrie degli interventi sono inserite nell‟allegato 2.
Infine, una attenzione particolare viene riservata all‟area dell‟ex Ospedale Lolli e dell‟Ospedale Vecchio. Questa area è prioritariamente destinata a diventare il Polo Sanitario Territoriale di Imola, confluendo al suo interno tutte le attività sanitarie territoriali (attività ambulatoriale, distrettuale, e di prevenzione). In questa direzione va la recente ristrutturazione della Palazzina ex Lolli, inaugurata nel 2010. Altra linea di sviluppo dell‟area ex Lolli è quella formativa, con l‟obiettivo di concentrarvi tutta la formazione universitaria. In tale ottica si è realizzata una importante intesa con la Fondazione della Cassa dei Risparmi, che ha portato alla ristrutturazione dell‟area del Padiglione 3, inaugurata ad ottobre 2011 e messa a disposizione della facoltà di Farmacia dell‟Università di Bologna. Obiettivo del Piano, nel corso di validità dello stesso, è di mettere a punto un progetto complessivo di utilizzo dell‟intera Area, ed in particolare dell‟Ospedale Vecchio, in collaborazione con le Istituzioni locali, per riqualificare ulteriormente e mettere a disposizione della città e delle sue esigenze un‟area di grande pregio.

 

INVESTIMENTI TECNOLOGICI

Nel periodo 2011-2013, sono previsti investimenti in Tecnologie Sanitarie in concomitanza dell‟apertura di nuove strutture o ristrutturazioni di vecchie strutture dell‟azienda.
In particolare:

 
  • L‟adeguamento impiantistico e tecnologico (apparecchiature sanitarie ed installazione fissa tipo pensili e lampade scialitiche) delle Sale operatorie e la realizzazione di una nuova Sala Operatoria di tipo "integrato", ovvero integrazione tra tecnologie biomediche ed informatiche, per dare al medico la massima accessibilità e gestione delle informazioni (cliniche e immagini) del Blocco Operatorio dell‟Ospedale di Imola, finanziato, sia dalla Regione Emilia Romagna sia dallo Stato (ex art. 20). 
  • Sostituzioni e integrazione di tecnologie obsolete, con finanziamenti Regionali e Statali ad hoc, in occasione della ristrutturazione delle seguenti aree:
  • Ex area di Medicina d„urgenza per la realizzazione della nuova area endoscopica dell‟Ospedale di Imola; 
  • Reparto di degenza ordinaria di chirurgia/urologia 4° piano dell‟Ospedale di Imola; 
  • Reparti di degenza ordinaria di Geriatria e Lungodegenza 3° piano dell‟Ospedale di Imola; 
  • Porzione del Reparto di degenza ordinaria di medicina interna 6° piano dell‟Ospedale di Imola.
 

Gli investimenti tecnologici riguarderanno , come già effettuato per le Aree del Nuovo DEA, l‟acquisizione di nuove tecnologie, anche innovative, per il miglioramento della qualità e sicurezza dei processi diagnostico/terapeutici (es. sistema solleva malati a binario, letti da degenza elettrificati, tecnologie wi-fi, ecc.). Oltre quanto sopra indicato, saranno previsti ulteriori investimenti "ordinari" per Tecnologie Sanitarie di "media-bassa Tecnologia", necessarie sia per garantire il "turn-over" per obsolescenza e sia per l‟introduzione di nuove tecnologie, anche innovative, necessarie per il miglioramento dell‟efficienza e dell‟efficacia dei processi diagnostico-terapeutici. Per quanto riguarda investimenti di Tecnologie Sanitarie di "Alta Tecnologia", (tipo, TAC, Mammografi) saranno oggetto di valutazione in termini sia di opportunità/necessità di acquisto sia di specificità/tipologia (in base all‟attività e case mix) che terranno in considerazione analisi di ottimizzazione ed efficienza a livello di Area Vasta e/o Regionale.

 

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO