1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

Condizioni di lavoro, competenze del personale ed efficienza dell'organizzazione

Partecipazione dei professionisti all'individuazione delle strategie aziendali e alla gestione operativa

Il 2011 ha visto l'approvazione del "Piano Strategico e attuativo locale 2010/2013", atto di strategica importanza per la vita aziendale e che è stato realizzato con il coinvolgimento di tutte le componenti aziendali in un percorso di elaborazione di grande portata ed impatto sul territorio. Il risultato quindi di un intenso lavoro di squadra, non solo degli organi di vertice e di rappresentanza politica, ma soprattutto della componente professionale a tutti i livelli di responsabilità. Con tale atto di programmazione sono stati fissati gli indirizzi di carattere generale di politica per la salute e di gestione e buon uso delle risorse da parte dell'azienda, individuando nella responsabilità dei professionisti e nel governo clinico, gli strumenti idonei per un servizio sanitario efficiente, umano, di qualità, sicuro, capace di fornire prestazioni in maniera appropriata, tale da garantire l'inderogabile diritto dei cittadini alla salute nel rispetto della dignità e della libertà della persona. La piena responsabilizzazione dei dipartimenti nella gestione dei processi e delle risorse, ed il coinvolgimento dei professionisti nelle azioni di governo quotidiane, costituisce, oggi, elemento portante per le sfide che l'azienda è chiamata ad affrontare per il miglioramento e la sostenibilità del servizio sanitario pubblico.
Rispetto a tutto ciò va sottolineato il ruolo del Collegio di Direzione che non assolve solamente funzioni consultive verso il vertice aziendale, ma ne condivide la responsabilità dell'attività sanitaria e di un efficiente governo clinico. In particolare, il Collegio di direzione, secondo quanto declinato nell'Atto Aziendale, assume un ruolo strategico nella elaborazione di proposte e nella conseguente attuazione, in materia di:

 
  • organizzazione e sviluppo dei servizi;
  • attività di formazione e politiche di valorizzazione delle risorse umane;
  • programmi di ricerca ed innovazione tecnologica;
  • organizzazione e svolgimento della libera professione;
  • tempi di attesa;
  • gestione del rischio.

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO