1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

Governo della ricerca e innovazione

Information and Communication Technology

In sanità per garantire la gestione e la continuità dell'assistenza ci si avvale fortemente del contributo delle tecnologie innovative tra le quali la telemedicina, la teleassistenza e più in generale l'ICT (Information and Comunication Technology) per la realizzazione di una modalità operativa a rete che integri i vari attori deputati alla presa in carico delle cronicità: Ospedali, Nuclei delle Cure Primarie e Case della Salute, residenze sanitarie, servizi sociali, ma anche famiglie, associazioni, in altre parole il ricchissimo capitale sociale che ci caratterizza.
Un ampio sistema di informazioni cliniche su supporto informatico è indispensabile per fornire agli operatori sanitari i dati relativi ai pazienti o ai gruppi di pazienti affetti, ad esempio, da disturbi cronici specifici, stratificati per severità clinica o per rischio di aggravamento (registri di patologia). Queste informazioni possono consentire di mettere a punto le migliori strategie di cura individuali e personalizzate ovvero di gruppo e di valutarne in seguito l'efficacia; possono inoltre essere sviluppati sistemi automatici di allerta e richiamo, che aiutano ad attenersi alle linee guida e a rispettare rigorosamente i modi ed i tempi del follow-up.
Le strutture aziendali di supporto, in generale, hanno il compito, oltre a garantire le condizioni necessarie e sufficienti alla produzione delle prestazioni sanitarie, di realizzare azioni che permettano il miglioramento delle condizioni in termini di spazi, dotazioni tecnologiche e sistemi informatici/informativi. In riferimento a quest'ultimi è opportuno sottolineare che le innovazioni tecnologiche comportano imprescindibili cambiamenti organizzativi e miglioramenti delle conoscenze e competenze; si caratterizzano anche per i costi significativi e il raggiungimento degli obiettivi è possibile solo mediante l'adeguamento dei comportamenti.
Sistema informativo aziendale. Il Sistema informativo aziendale è inteso come un tutto con l'organizzazione dell'azienda, secondo un approccio sinergico tra strategia, organizzazione, processi aziendali e sistemi informativi. Il progetto di sviluppo dei sistemi informatici/informativi pone l'attenzione su tre variabili fondamentali: persone, processi e tecnologie.

 
Tabella 6.14 - Le tre variabili fondamentali dei sistemi informatici/informativi
Tabella 6.14 - Le tre variabili fondamentali dei sistemi informatici/informativi
 

 In tal senso, si intende superare la diffusa percezione che i sistemi informativi clinici siano una appendice del mondo amministrativo contabile e di controllo. Lo sviluppo dei sistemi informatici segue una logica di supporto ai processi la cui informatizzazione deve passare attraverso una analisi e revisione degli stessi, con il fine di superare l'approccio burocratico.
La scelta delle tecnologie risponde alla logica di massima usabilità delle stesse: la continuità operativa è un obbligo da garantire H24, 7 giorni su 7. Gli sviluppi prioritari del sistema informativo si collocano nell'area della "produzione" aziendale, in particolare nella gestione del processo di ricovero, nell'erogazione delle prestazioni ambulatoriali e nello scambio informativo tra professionisti ospedale/territorio, in integrazione con le soluzioni tecnologiche realizzate a livello regionale. Il processo di ricovero in accesso programmato o in urgenza e l'attività ambulatoriale, devono essere supportati in ogni fase da strumenti hardware e software, sempre più integrati tra loro e integrati con gli strumenti elettromedicali: l'oggetto che si determinerà, con la realizzazione del completo supporto a tale processo, corrisponderà alla cartella clinica informatizzata.
La medicina del Territorio deve invece avere garantita la comunicazione con le strutture aziendali e la comunicazione paritetica, attraverso meccanismi di interazione strutturati, sicuri e nella più gran parte dei casi automatici.
Le scelte di soluzioni tecnologiche adottate in azienda sono state fatte nell'ottica di supportare gli obiettivi descritti, tramite un percorso in essere ancora lungo e oneroso dal punto di vista economico, tecnologico e organizzativo, che investe una profonda revisione procedurale e culturale.
Da alcuni anni è stato attivato un sistema di portale sanitario mediante il quale è consultabile il repository aziendale dove sono collezionati i documenti clinici prodotti dai principali sistemi informativi sanitari ed ospedalieri: Laboratorio, Radiologia, ADT, Registro Operatorio, Pronto Soccorso, gestione ambulatoriale. Nel 2011 si è proseguito con la diffusione della cartella infermieristica nei reparti con l'utilizzo "al letto" del paziente, mediante postazioni PC portatili e/o tablet PC in rete Wire-less. Le azioni attese nel breve medio periodo per ciò che concerne l'area ospedaliera sono: il completamento dell'uso della cartella assistenziale (eventualmente rivisitata in relazione alle specificità dei diversi reparti), la diffusione della somministrazione sacche controllata ed integrata con il sistema informativo trasfusionale del laboratorio hub di riferimento (AUSL Bologna), l'informatizzazione del processo di prescrizione/somministrazione, la gestione delle richieste per interni mediante il modulo "Consulenze", il tutto corredato dalla formazione del personale che utilizzerà tali strumenti. Contestualmente si lavorerà per individuare gli strumenti tecnologici più idonei (PC "medicali" con caratteristiche di tablet, palmare, smartphone, lettori barcode in connessione wireless con i sistemi server, ecc.) per il supporto dei processi clinici.
In questa ottica, la tendenza che sempre più caratterizzerà gli anni a venire è l'integrazione dei sistemi informatici con le tecnologie elettromedicali: ad esempio, nel 2011 l'integrazione degli emogas analizzatori per i pazienti ricoverati utilizzando l'identificazione informatizzata del paziente con il braccialetto e l'uso del sistema di ECG a distanza (Tracemasterview) per pazienti ricoverati e per pazienti esterni sul territorio. Un altro sistema di informatizzazione a notevole impatto organizzativo, avviato nel 2011, riguarda il Day Service.
Per ciò che concerne l'area territoriale è continuata l'adesione ai Progetti ICT regionali secondo la pianificazione prevista per ciascuna azienda. Nel futuro si tenderà a consolidare criteri comuni per la compilazione della cartella clinica a cura di MMG/PLS, per consentire l'effettiva condivisione informativa necessaria per il concreto esercizio del ruolo dei Nuclei delle Cure Primarie e per permettere la generazione della scheda sanitaria individuale del paziente (Patient Summary).
I Medici di Medicina Generale (MMG) ed i Pediatri di Libera Scelta (PLS) dell'azienda, nel 2011, risultano tutti collegati alla rete SOLE e alle reti orizzontali sono collegati 118 medici su 119 (99%). Il collegamento hardware e software non garantisce di per sé la fruizione delle informazioni tuttavia, attualmente, sono scambiati sulla rete SOLE i referti di Laboratorio, Specialistica ambulatoriale, Radiologia e Pronto Soccorso; le notifiche di ricovero e di dimissione; le lettere di dimissione. Un'altra implementazione significativa ha riguardato l'analisi e la definizione della modalità di produzione di una lettera di dimissione "specifica" per i pazienti affetti da scompenso cardiaco da utilizzare in Cardiologia e nel Dipartimento Medico.
Per quanto concerne il profilo strettamente tecnologico, le azioni principali attese sono determinate dall'esigenza di garantire la continuità operativa dei sistemi H24 7 giorni su 7 e la dematerializzazione in coerenza col Codice dell'Amministrazione Digitale (CAD) e con le sue successive modificazioni: consolidamento dei server fisici e/o virtuali con definizione dei Piani di Business Continuity e Disaster Recovery e completamento della rete wireless, in linea con le soluzioni proposte a livello regionale (Lepida); attivazione del servizio di assistenza per emergenze (H24 7 su 7) per le applicazioni critiche, con il supporto di fornitori terzi; adozione di soluzioni Open per la produttività individuale (Open Office); dematerializzazione dei documenti amministrativi e clinici e, quindi, adozione della firma digitale (della quale sono già dotati tutti i Dirigenti e parte del personale di coordinamento), al fine di superare i costi di gestione degli archivi cartacei, secondo le soluzioni proposte a livello regionale (progetto PARER).
Nel corso del 2011 si è consolidata la rilevazione del consenso dei cittadini da parte dei MMG/PLS con integrazione delle informazioni con l'anagrafe aziendale; è proseguita l'attivazione delle credenziali per l'accesso al fascicolo sanitario (FSE) che può avvenire tramite tre diverse modalità: preregistrazione e riconoscimento de visu; abilitazione dell'account direttamente da sportello; tramite la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Complessivamente nell'anno sono stati attivati 440 FSE. A seguito dell'introduzione del pagamento aggiuntivo delle prestazioni in base all'autocertificazione delle fasce di reddito, nell'ambito dei servizi ICT, è stato realizzato il modulo per la registrazione e integrazione delle informazioni dell'anagrafe assistititi e del SW dei MMG/PLS, che ha permesso la registrazione di circa 30.000 autocertificazioni.

 

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO