testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

22 dicembre 2014 - Grazie a Sacmi, ecografia "smart" all'Ospedale di Imola

In vista delle festività natalizie enell'ambito delle celebrazioni per il 95° anniversario dalla fondazione dellacooperativa, Sacmi rende omaggio al territorio ed alla comunità locale conun'importante donazione all'Azienda Sanitaria di Imola.
2 ecografi "smartphone" portatili, destinatial reparto di geriatria-lungodegenza ed unecografo di fascia media con modulo color doppler per il reparto dinefrologia e dialisi sono state consegnati oggi (22 dicembre) dal PresidenteSACMI Paolo Mongardi e dal Vicepresidente Giuliano Airoli a Vittorio Chioma, direttore del Dipartimento medico e di geriatria elungodegenza e a Marcora Mandreoli, direttoredella Nefrologia e Dialisi, alla presenza del direttoregenerale dell'Ausl Maria Lazzarato e dell'Assessore alle risorse del territorioDavide Tronconi.
Un'occasione per sottolineare, ancora unavolta, la vocazione mutualistica che Sacmi sostanzia ogni anno con donazionibenefiche rivolte sia al territorio imolese sia a tutti i principali Paesi -specialmente quelli emergenti - in cui il Gruppo opera. Una mission, del resto,che l'azienda incorpora nelle proprie scelte quotidiane, centrate sullavalorizzazione del lavoro, delle competenze, dei rapporti con soci, clienti efornitori improntati alla correttezza reciproca.
In questo caso, la donazione di Sacmi serviràa dotare il presidio sanitario imolese di attrezzature indispensabili per latutela della salute della comunità locale, in linea con le moderne linee guidadella Medicina interna che vedono nella tecnica ecografica un indispensabilecompletamento dell'esame obiettivo, nonché supporto preliminare alla decisionedi adottare procedure chirurgiche invasive. L'ecodoppler indirizzato allaNefrologia e Dialisi, in particolare, sarà utilizzato nella diagnosticaecografica specialistica delle malattie renali e nello studio doppler dellearterie renali, oltre ad essere strumento di fondamentale supporto per ladeterminazione degli accessi venosi dei pazienti in dialisi. Gli ecografi"smart", invece, introducono al Santa Maria della Scaletta una tecnologia diultima generazione oramai universalmente riconosciuta come supportofondamentale dell'esame obiettivo che i medici effettuano quotidianamentedurante la visita medica in reparto o in caso di procedure invasive al lettodel paziente. "La valutazione ecografica realizzata con strumenti innovativi diqueste dimensioni - ha sottolineato il dottor Chioma - diventa uno strumentoessenziale per valutare tutta una serie di patologie comuni, dai calcoli allatrombosi, dal versamento pleurico alla presenza di un aneurisma aortico. Unaprocedura estremamente utile, l'ecografia a letto, che diventa indispensabilein reparti come il nostro, in cui molti pazienti sono difficilmentetrasportabili fino agli ambulatori. Vorrei ringraziare SACMI anche da partedelle nostre equipe che sono state estremamente gratificate dalla dotazionestrumentale garantita da questa donazione".

 

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO