1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

13 ottobre - Giovani Gastroenterologi si perfezionano a Imola.

Maurizio Zompatori
Maurizio Zompatori

Il disegno organizzativo è quello di una struttura semplice aziendale di radiologia ad Imola, con un responsabile locale, il dr. Giammichele Lazzari (facente funzione in attesa della selezione), afferente all'unità Operativa di Radiodiagnostica dell'Azienda Ospedaliera Universitaria S. Orsola Malpighi, guidata dal Prof. Maurizio Zompatori (nella foto a fianco). Una organizzazione frutto di un'intesa formale tra Università di Bologna, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna-Policlinico S. Orsola-Malpighi e Azienda Usl di Imola.

"I servizi intermedi di area sanitaria si prestano particolarmente all'attivazione di reti cliniche perché a fronte dell'ottimizzazione organizzativa e logistica su scala interaziendale, non c'è impatto sugli assistiti, che continuano a ricevere la prestazione localmente -  spiega il direttore sanitario dell'Ausl di Imola Andrea Rossi - Questo vale per le prestazioni di laboratorio come per quelle radiodiagnostiche, che con l'evoluzione delle tecnologie digitali e di rete può anche iniziare ad organizzare le competenze di lettura e di interpretazione diagnostica in modo distinto dai punti di acquisizione delle immagini".

"L'accordo che abbiamo sottoscritto estende alla Radiologia una scelta di fondo che le nostre Aziende stanno portando avanti con coerenza - aggiunge Mario Cavalli, direttore generale Policlinico di Sant'Orsola - Costruire le reti cliniche che uniscono realtà fino a ieri separate consente, infatti, di abbattere i costi rafforzando il servizio che siamo in grado di offrire ai cittadini. Non solo le prestazioni di prima continuano ad essere erogate vicino a casa, ma diventa più semplice accedere, quando se ne manifesta il bisogno, a servizi più complessi e specialistici che non tutte le strutture possono offrire".

"Le reti cliniche permettono sviluppo, innovazione e sostenibilità del sistema - conferma Rossi - e lo sviluppo della Radiodiagnostica per l'Ausl di Imola è un elemento strategico per il conseguimento dell'eccellenza in alcune aree medico-chirurgiche ospedaliere (come la chirurgia, l'internistica, l'oncologia, l'ortopedia, ecc...) in cui siamo chiamati ad affrontare sempre più spesso problematiche complesse. Da noi ci sono competence clinica e dotazioni tecnologiche per un'efficace ed appropriata presa in carico, ma è necessario avvalersi di un supporto specialistico alla refertazione diagnostica di radiologia e imaging".

Le priorità sono: governo dell'appropriatezza delle indicazioni all'imaging pesante (TAC e RMN), specializzazione nella refertazione diagnostica e potenziamento della fruibilità delle immagini (e dei referti) in rete, ma anche il favorire opportunità e percorsi di connessione e integrazione fra didattica, ricerca e assistenza, per il miglioramento della qualità delle attività svolte e dei servizi offerti".

 Di qui la scelta dell'Ausl di Imola, espressa già nel giugno scorso in sede di CTSS unificata, di aderire al Riorganizzazione dell'Area di Radiodiagnostica della Città Metropolitana di Bologna, un progetto che prevedeva già che la radiologia imolese afferisse a quella dell'Azienda ospedaliera. "Considerato che l'Azienda USL di Imola ha da tempo proficui rapporti di collaborazione con l'Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico S.Orsola-Malpighi e l'Università di Bologna, sia in ambito formativo che clinico-assistenziale - continua Rossi - la UO di Radiodiagnostica del S. Orsola, guidata dal Prof Zompatori ci è parsa la scelta più consona per lo sviluppo di questa collaborazione, formalizzata la settimana scorsa e attiva da oggi, venerdì 16 ottobre".

E proprio nel primo pomeriggio di oggi il Prof Zompatori è arrivato al S. Maria della Scaletta per conoscere i suoi nuovi collaboratori ed avviare le fasi di programmazione delle attività.

 
 
Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO