testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

05 maggio 2019 - Giornata mondiale per l'igiene della mani

In occasione della giornata mondiale per l'igiene delle mani, in calendario per il 5 maggio, una pagina dedicata ai consigli sulla corretta igiene delle mani sia in ambito famigliare che ospedaliero.

Inoltre sui social media aziendali (Facebook e Twitter) potrete trovare consigli ed indicazioni pratiche #igienedellemani #lasaluteènelletuemani


Accanto lo slogan scelto quest'anno dallì'Organizzazione Mondiale della Sanità 'Clean care for all it's in yuor hands'.

 
 

Perchè è importante lavarsi le mani

Le mani sono la parte del corpo che viene più a contatto con oggetti esterni.

La pelle delle mani èabitata da batteri molti dei quali non sono nocivi per la nostra salute, alcuni possono invece determinare infezioni più o meno gravi, dall'influenza alla toxoplasmosi, dalla congiuntivite alle infezioni intestinali fino all'epatite A e via dicendo.

Per ridurre il rischio di infezione è necessario lavarsi le mani soprattutto:

 
  • quando si manipolano alimenti (prima di preparare da mangiare e dopo aver manipolato carne cruda e/o uova
  • prima di mangiare
  • dopo aver utilizzato i servizi igienici
  • dopo aver starnutito o dopo essersi soffiati il naso
  • dopo aver curato/toccato un animale
  • prima e dopo essere stati vicini ad un malato
  • prima e dopo aver medicato una ferita
  • dopo il cambio del pannolino a un bambino o adulto
  • dopo l'uso dei mezzi pubblici
  • quando si rientra a casa
 
 

Cosa è necessario per lavarsi bene le mani

 

A casa: sapone liquido o solido ed un asciugamano pulito e preferibilmente personalizzato
In particolare a casa si possono seguire semplici consigli per lavarsi al meglio le mani: se si tulizza il sapone liquido e questo viene conservato in un dispenser riutilizzabile sarebbe bene una volta finito lavare ed asciugare il contenitore ad ogni ricarica; se invece si opta per il sapone solido occorre conservarlo su una apposita griglia in modo tale che si mantenga asciutto.

Nei luoghi pubblici: sapone liquido nell'apposito dispencer e salviette monouso o aria calda

 
 

Il lavaggio delle mani

 

Il lavaggio deve essere effettuato con accuratezza e prima occorre ricordarsi di togliersi gli anelli nel caso fossero presenti.

Aprire il rubinetto con la mano o il gomito, bagnare uniformemente le mani e i polsi con acqua tiepida, applicare una dose di sapone liquido sul palmo della mano sfregare le mani ricordandosi di detergere tutte le superfici, in particolare lo spazio tra le dita, sotto le unghie e i polpastrelli, dopo aver insaponato le mani sciacquare abbondantemente, asciugare tamponando con un asciugamano pulito fino a eliminare l'umidità residua, chiudere il rubinetto dell'acqua con il gomito.

Il lavaggio con acqua e sapone ha una durata dai 40 ai 60 secondi.

Quando le mani non sono visibilmente sporche e non è possibile utilizzare acqua e sapone, sono disponibili delle soluzioni igienizzanti a base di alcool. In questo caso occorre rispettare la stessa modalità utilizzata per il lavaggio con acqua e sapone, in 20/30 secondi le mani saranno asciutte e sicure.

 
 

Concludendo...

 
  • lavarsi le mani riduce il rischio di ammalarsi
  • è bene ricordare di lavarsi le mani in diversi momenti della nostra vita quotidiana
  • lavarsi le mani con la tecnica giusta perchè sia efficace
  • se non abbiamo acqua e sapone usiamo la soluzione alcolica
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO