testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Mercoledì 11 settembre ore 20, Sala BCC Cinema Centrale Proiezione del film documentario “La città che cura” di Erika Rossi

06 settembre 2019 - Spunti di riflessione per la progettazione condivisa della futura Casa della Salute di Imola e Mordano

Riflettere insieme su quale Casa della Salute progettare per le comunità di Imola e Mordano guardando ad un’esperienza unica come quella delle “microaree” di Trieste.   
Questo l’obiettivo della serata organizzata dall’Ausl di Imola, nell’ambito del percorso partecipativo sviluppato nei mesi scorsi con il progetto “IMOLAinSALUTE. Una casa per il benessere e benstare della comunità” attivato in collaborazione con ASP Circondario Imolese e con il contributo della Regione Emilia-Romagna (LR 15/2018 – bando 2018).

Una serata che prevede la proiezione del film “La città che cura” che documenta il progetto e lo sviluppo di un modello terapeutico e socio assistenziale nato alla fine degli anni ’90 a Trieste e tutt’oggi attivo nel quartiere periferico di Ponziana. Sviluppato attraverso le cosidette microaree, questo programma di promozione del benessere e della coesione sociale, promosso d’intesa tra Comune, Azienda Sanitaria e Ater con lo scopo di migliorare la qualità della vita degli abitanti di alcuni rioni “a rischio”, caratterizzati dalla rilevante presenza di case popolari e nei quali si registrava una forte concentrazione di disagio sociale, attraverso un coinvolgimento attivo della cittadinanza e del settore non profit operante sul territorio (Associazionismo, Volontariato, Cooperazione sociale).
Ad oggi il modello “microarea” rappresenta un unicum in tutta Europa per il carattere innovativo e per certi versi rivoluzionario, basato sulla condivisione e l’altruismo sociale.
Il film, diretto dalla regista triestina Erika Rossi, ha ricevuto numerosi riconoscimenti (vincitore della Borsa di Sviluppo Premio Solinas Documentario per il Cinema 2017 ed inserito nella sezione Documentari Fuori Concorso della 30° edizione del Trieste Film Festival).

Al termine della proiezione si aprirà il dibattito con la regista e con alcuni operatori dell’Azienda sanitaria triestina protagonisti del progetto, Carlo Rotelli (Medico responsabile SS Cure Ambulatoriali e Domiciliari) e Federica Sardiello (Infermiera referente della Microarea di “Cittavecchia” e “San Vito/Salus”), ma si parlerà anche di quanto emerso dal percorso partecipativo IMOLAinSALUTE, prima fase di un più ampio processo dedicato alla realizzazione della Casa della Salute di Imola e Mordano.

L’ingresso è gratuito e tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

 

Ultimo aggiornamento pagina:
06 Settembre 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO