testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Quando l’esercizio fisico è in ricetta. L’Attività Motoria Adattata (A.M.A) per i trapiantati di rene e per chi soffre di lombalgia

L’Attività Motoria Adattata (A.M.A.) è una particolare tipologia diattività motoria studiata appositamente per persone affette da determinatemalattie, spesso al termine di un percorso riabilitativo, e finalizzata al mantenimentodelle funzionalità recuperate.

Pur non trattandosi di una vera e propria terapia in considerazionedelle persone a cui è rivolta e che ne possono trarre beneficio deve essereprescritta dal medico di medicina generale o dallo specialista ed essere“somministrata” da personale adeguatamente formato e certificato.
La regione Emilia-Romagna ha promossola prescrizione dell’AMA da parte dei medici sportivi, dei medicispecialisti e dei medici di medicina generale e in questi anni si sono sviluppatialcuni progetti anche sul nostro territorio.

Nel nostro territorio si è di recente avviata la prescrizione diA.M.A, in adesione al progetto regionale “Trapianto, attività fisica e sport”coordinato dal Centro Trapianti della Regione Emilia Romagna. Lo specialistanefrologo dell'UO Nefrologia e dialisi della nostra AUSLseleziona le persone in attesa o sottoposte atrapianto di rene e le invia al medico dello sport che effettua la valutazionefunzionale e la prescrizione di attività motoria. E’ infatti provatoscientificamente che alcune delle malattie o disturbi che possono insorgere inquesti pazienti (patologia cardiovascolare, diabete, obesità, sindromemetabolica, osteoporosi, ecc.) sonomigliorabili se la persona segue unprogramma personalizzato di attività fisica.In generale, svolgere attività fisica significa anche poterericorrere a meno farmaci.
Da circa 1 anno è stato avviato un progetto pilota di A.M.A. perpersone che soffrono di lombalgia cronica. Il mal di schiena è una patologia moltoinvalidante che, in alcuni casi, risente molto positivamente dell’eserciziofisico adattato.

“Grazie alla collaborazione del CSI Imola abbiamo prima avviato alcunicorsi proposti direttamente dal fisiatra ai pazienti che, per lecaratteristiche della loro patologia, potevano trarne beneficio – spiega ilresponsabile della Medicina Sportiva dell’Ausl di Imola Andrea Pizzoli – Daalcune settimane anche i medici di famiglia potranno prescrivere AFA ai loroassistiti che soffrono di mal di schiena”.

Come si è detto, la “somministrazione” degli esercizi adeguati avvieneda parte di laureati specialistici in Scienze e Tecniche dell’Attività MotoriaPreventiva e Adattata, opportunamente formati e certificati e le attività sisvolgono con pagamento diretto dell’assistito alle palestre, esclusivamente instrutture non sanitarie, riconosciute come “Palestre che promuovono salute perl’Attività Motoria Adattata” ai sensi della delibera della Giunta Regionale2127/2016.
“ Esiste una sorta “accreditamento” regionale per le palestre chevogliono proporre l’A.M.A. – conclude Pizzoli - Le palestre che promuovonosalute e attività motoria adattata, aderenti alla Rete Regionale dell’EmiliaRomagna, hanno sottoscritto un codice etico e vi operano laureati in scienzemotorie qualificati che si impegnano ad operare seguendo protocolli regionalispecifici per patologia con programmi supervisionati dalla MedicinaRiabilitativa e dalla Medicina dello sport della Ausl Imola”

Per sapere dove è la palestra più vicina a cui rivolgersi puòconsultare il sitohttp://www.mappadellasalute.it/ .
Attualmente nel territorio dell'AUSL di Imola sono presenti 2 palestreche aderiscono alla Rete regionale dell'Emilia Romagna:
CSI Centro Sportivo Montericco via Montericco, 5/A Imola
Palestra Free Time via Turati, 2 Imola


Ultimo aggiornamento pagina:
24 Dicembre 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO