1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

Sanzioni per mancata o ritardata disdetta di un appuntamento per visita medica o esame diagnostico

L'articolo 23 della legge regionale 2/2016, ha introdotto la sanzione a carico dei cittadini che mancano all’appuntamento sanitario prenotato, qualora non disdetto, o disdetto in ritardo, senza produrre giustificazione idonea.
Le sanzioni, sospese ad avvio del periodo pandemico nel febbraio 2020, tornano ad essere comminate dall'Azienda USL di Imola dal 1 agosto 2021.

Se ottenere una prestazione sanitaria nei tempi appropriati è un diritto del cittadino, presentarsi all'appuntamento o disdirlo in tempo utile lasciando il posto ad un'altra persona in attesa, è un dovere.
Questa la ratio della normativa regionale che riguarda tutti gli assistiti, anche chi ha diritto all'esenzione per reddito, patologia o invalidità.

L’importo della multa è pari al ticket previsto per la fascia di reddito più bassa, fino al tetto di 36,15 euro, (ad eccezione della chirurgia ambulatoriale per cui il tetto è di 46,15 euro), a cui si sommano le spese postali.

Il cittadino può giustificare la mancata o ritardata disdetta solo per motivi imprevedibili, oggettivi e documentabili  (motivi di salute, incidente stradale, eventi meteorologici estremi, lutto recente di parente prossimo ecc.).  

 

Come fare per disdire: numero verde, sportelli e farmacie, cupweb, la app "ER Salute".

La prenotazione va disdetta almeno 2 giorni lavorativi pieni (domenica e festivi esclusi) prima della giornata dell’appuntamento: data ed ora massima per disdire senza incorrere nella multa sono esplicitate chiaramente nel foglio di prenotazione insieme a tutte le informazioni necessarie per evitare la sanzione.
In ogni caso, si può calcolare il tempo minimo di disdetta a partire dalla data dell'appuntamento (data=X) sottraendo tre giorni (X-3), non considerando le domeniche e le festività nazionali (mentre il sabato è lavorativo). Ad esempio, se l'appuntamento è per lunedì, la disdetta deve avvenire entro giovedì, quindi (X-4) 
E' possibile disdire la prestazione con grande facilità attraverso questi canali:

  • al momento del recall automatico: per ricordare al cittadino la sua prenotazione e permettergli di disdirla in tempo utile e con grande semplicità, è attivo il richiamo telefonico automatico che, nel rammentare con 7 giorni di anticipo l’appuntamento, permette all’assistito di non confermare la prenotazione ossia di disdirla
  • al Numero Verde 800 040606 sempre attivo (24 h su 24h, 7giorni su 7) inserendo codice prenotazione e data di nascita del prenotato
  • agli sportelli Cup aziendali 
  • nelle farmacie e parafarmacie
  • su fascicolo sanitario elettronico o sul sito www.cupweb.it o la App ER Salute
 

Come fare per presentare il giustificativo nel caso non ci si possa presentare all'esame o alla visita prenotata?

Se, per uno dei motivi sottoelencati (vedi il paragrafo 'La sanzione non si applica se'), non è possibile presentarsi ad un esame o ad una visita prenotata in regime istituzionale e non si è riusciti a disdire entro i due giorni previsti dalla normativa, occorre scaricare l'apposito modulo con la relativa documentazione (es. certificato medico, certificato di ricovero...), compilarlo ed inviarlo:

In caso di mancata disdetta nei tempi previsti, il cittadino può inviare preventivamente, il modulo giustificativo pre-sanzione debitamente compilato e corredato della documentazione necessaria: 

 

 

La sanzione non si applica se...

La sanzione non si applica in presenza dei seguenti giustificati e documentati motivi:

  1. malattia (certificato medico - es. giustificativo dell'assenza dal lavoro)
  2. ricovero presso struttura sanitaria (certificato di ricovero qualora la struttura appartenga ad un'altra Azienda sanitaria rispetto a quella in cui è stata effettuata la prenotazione)
  3. accesso al Pronto soccorso (referto del Pronto soccorso qualora la struttura appartenga ad un'altra Azienda sanitaria rispetto a quella in cui è stata effettuata la prenotazione)
  4. altra prestazione specialistica effettuata in urgenza (referto qualora la struttura appartenga ad un'altra Azienda sanitaria rispetto a quella in cui è stata effettuata la prenotazione)
  5. nascita di figlio/figlia entro due giorni antecedenti alla prenotazione (certificato di nascita)
  6. lutto se riguarda familiari fino al 2° grado di parentela e conviventi (in quest'ultimo caso appartenenza allo stesso nucleo familiare)
  7. incidente stradale se è avvenuto al massimo entro 6 ore dalla data dell'appuntamento
  8. ritardo treni
  9. calamità naturali
  10. furto
  11. ciclo mestruale per visita ginecologica o per altre prestazioni correlate (ecografie, isteroscopie, esame urine ecc..)
 

NB I motivi 1, 2, 3 e 4 di cui sopra possono riguardare se stessi o un parente entro il 2° grado o affine o convivente.


 

Normativa di riferimento art. 23 LR 2/2016; DGR 377/2016; Circolare 4/2016


Ultimo aggiornamento pagina:
28 Luglio 2021
 
Modulistica

Di seguito è possibile scaricare il modulo per la presentazione del giustificativo per mancata disdetta delle prenotazioni di prestazioni specialistiche ambulatoriali

 
Numero verde gratuito Imola 800 040 606

Le Aziende sanitarie hanno attivato diverse modalità per agevolare la disdetta e per rendere più semplice la prenotazione:
in ogni provincia c'è un numero verde gratuito, ad Imola 800 040 606

 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO