1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
FlexCMP

Contenuto della pagina

UOC Igiene veterinaria

La UO Igiene Veterinaria svolge le attività di:

  • esecuzione dei controlli ufficiali, nell'ambito della sicurezza alimentare, tesi a verificare la conformità alle normative in vigore e a: prevenire, eliminare - o ridurre a livelli accettabili - i rischi per la popolazione umana e animale; garantire pratiche commerciali leali per i mangimi e gli alimenti, e tutelare gli interessi dei consumatori;
  • promozione - anche tramite integrazione con altri Enti (IZS, CEREV, Ass. Agricoltura) - di: innalzamento del livello sanitario e di biosicurezza dei singoli impianti di allevamento di animali; corretta gestione della tracciabilità degli animali e della rintracciabilità dei mangimi utilizzati; corretto utilizzo del farmaco e dell'applicazione delle norme sul benessere animale;
  • programmazione di interventi volti al miglioramento del rapporto uomo-animale-ambiente;
  • affiancamento/sostegno/guida degli studenti durante il tirocinio curricolare previsto dal piano didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione in Ambiente e nei Luoghi di Lavoro.
  • pianificazione e controllo delle attività.
 

L'U.O.C. è strutturata in tre unità semplici (S.S.U.), dotate di autonomia tecnico-funzionale ed operativa per lo svolgimento specialistico delle funzioni e compiti propri della disciplina.

 

 

Carta del Servizio di Igiene Veterinaria

 

 

Approfondimenti

Il PASSAPORTO (CANI, GATTI, FURETTI) per un animale che viaggia al seguito del proprietario

Se il proprio animale è regolarmente iscritto all'anagrafe regionale degli animali d'affezione (ARAA) ovvero iscritto all'anagrafe canina presso il comune di residenza del proprietario per il rilascio del passaporto: va contattata l'U.O. Sanità Animale che è titolare dell'emissione del documento (AUSL di Imola - previo appuntamento telefonico da fissare tutti i giorni feriali, dalle 08:30 alle 12:30, al numero 0542 604950. In alternativa è possibile prenotare la prestazione in via telematica tramite CUP analogamente alle prestazioni sanitarie) Vai alla pagina dedicata

 

Nuove regole per la redazione del documento che accompagna gli animali da allevamento

Dal 2 settembre 2017 cambiano le modalità di compilazione del documento che accompagna gli animali di allevamento nei loro spostamenti. 
Secondo quanto previsto dal DM 28 giugno 2016 "Modifica dell'allegato IV al DPR n.317/96 recante Regolamento recante norme per l'attuazione della Direttiva 92/12/CEE relativa alla identificazione e alla registrazione degli animali" la compilazione del modello 4 dovrà essere effettuata esclusivamente in modalità informatica. (vai alla pagina dedicata)

 

Anagrafe degli apicoltori: importanti novità per gli operatori apistici di imola

La Banca dati Apistica Nazionale informatizzata è unica e rappresenta la fonte a cui dovrà fare riferimento chiunque vi abbia interesse ai fini di gestione e controllo dell'attività. Il suo aggiornamento assume una valenza prioritaria, sia in termini di qualità del dato, sia in termini di tempestività di segnalazione degli eventi con riflessi su procedure sanitarie ed amministrative (ad esempio controllo di malattie, erogazioni contributi e simili). Vai alla pagina dedicata

 

Opuscolo ministeriale "Uso corretto degli antibiotici negli animali da compagnia"

Opuscolo ministeriale "Uso corretto degli antibiotici negli animali da compagnia. Più sicurezza per loro, più sicurezza per noi". È necessario che tutti gli attori coinvolti nel processo di somministrazionedegli antibiotici contribuiscano ciascuno secondo il proprio ruolo e collaborinoin modo sinergico. Da una parte, i veterinari sono tenuti al rispetto delle lineedi indirizzo in materia, dall'altra, i proprietari devono attenersi con scrupoloalle indicazioni ricevute dal veterinario. Visualizza o scarica l'opuscolo

 

Influenza aviaria: Aviaria, l'epidemia è ufficialmente conclusa

Decadutii vincoli, quale zona di sorveglianza, stabiliti dalla Decisione della Commissione Ue per gli ultimi Comuni ancora interessati da provvedimenti conseguenti ai focolai di influenza e non si sono manifestati nuovi casi di infezione. (pagina dedicata - 09/10/2013)

 
 

Il caldo e la salute degli animali domestici, un opuscolo del Ministero della Salute

Fonte: Ministero della salute
 
Il caldo eccessivo, soprattutto se associato a un alto tasso di umidità, può essere molto pericoloso per i nostri amici a quattro zampe. Durante la stagione estiva la salute degli animali va quindi tutelata ancora di più. 
Infatti, in estate anche gli animali domestici, come l'uomo, possono andare incontro al colpo di calore o al colpo di sole che può mettere seriamente in pericolo la vita del nostro amico.
È importante sapere che cani, gatti, piccoli animali d'affezione e uccelli non sudano e la loro termoregolazione avviene mediante un sistema di "raffreddamento ad aria" che consiste nel ventilare con piccoli e frequenti atti respiratori in modo da far passare velocemente l'aria sulle superfici umide del cavo orale e determinare così la dispersione del calore.
Sono più predisposti al colpo di calore/di sole i cuccioli, gli animali anziani, le razze brachicefale (es. bulldog, gatti persiani ecc.), gli animali obesi e quelli affetti da malattie cardiocircolatorie e dell'apparato respiratorio.
Bastano però dei semplici ma importanti regole per passare insieme un'estate serena e in salute.

 
 
Immagine della campagna informativa

'Sani loro, sani noi e.... la leishmania fuori da casa!'

Al via la campagna delle Aziende Usl di Imola e Bologna e dell'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia.
La leishmaniosi è una malattia causata da un protozoo che viene trasmessa dai flebotomi, particolari insetti pungitori che, come le zanzare, si nutrono di sangue.
Questi insetti, un tempo tipici solo delle aree dell'Italia meridionale, si sono progressivamente diffusi anche alle nostre latitudini; le sole femmine sono dei piccoli pungitori notturni dal volo silenzioso.
 
Vai alla pagina dedicata

 
 

La produzione del miele: aspetti sanitari e normativi

Per tracciareun punto attuale della situazione, sia per quanto riguarda gli adempimenti vigenti in apicolturache per fornire spunti di aggiornamento e riflessione sulle principali malattie dell'alveare, è stata organizzata una giornata di studio ed informazione con gli operatori del settore.
L'incontro, rivolto ad apicoltori, tecnici delle associazioni di categoria, tecnici della prevenzione e a veterinari, si è tenuto il 10 marzo 2012 nel Salone dell'ex convitto dell'ITAS Scarabelli a Imola, ed ha visto la partecipazione di oltre 70 apicoltori.

Vai alla pagina dedicata