1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

4 Giugno 2007 - Domenica 10 giugno: lo sport aiuta a dire di no all'alcol

Seconda edizione dell'iniziativa "Sport e Salute" sui campi della parrocchia Nostra Signora di Fatima

"Divertirsi senza alcol è possibile" è il messaggio che il servizio di alcologia dell'Ausl di Imola ricorda a tutti i cittadini del territorio. E lo fa attraverso lo sport organizzando insieme all'Acat Bologna Nord (Club 127) partite di pallavolo e calcio. L'iniziativa "Sport in Salute", alla sua seconda edizione in programma domenica 10 giugno a partire dalle ore 17, è aperta a tutti i cittadini e l'appuntamento è sui campi della parrocchia Nostra Signora di Fatima (in via Vivaldi, zona Pedagna).
"E' una delle molte iniziative - spiega la dottoressa Antonella Longo, psicologa dell'Ausl - che il nostro servizio mette in atto per sottolineare i pericoli dell'alcol. L'attenzione deve essere alta soprattutto nei confronti dei nostri figli. Aspettiamo numerose famiglie per passare un pomeriggio insieme, divertente e all'insegna della prevenzione".
Anche l'Associazione San Cassiano ha voluto unirsi a questa importante festa. "Aderiamo al progetto - si legge in una nota - donando 1 pallone da volley ed 1 da calcio amatoriale da utilizzare durante i tornei. I palloni sono stati creati seguendo le direttive del Progetto "Diritti in gioco" che consiste in un innovativo intervento nel settore della produzione di palloni in Pakistan, attraverso il quale, con l'aiuto del commercio equo solidale, si vuole generare attenzione e risorse per l'appoggio alle attività di miglioramento delle condizioni di lavoro e di vita della popolazione locale". I palloni rimarranno poi a disposizione della parrocchia.

Associazione San Cassiano
L'Associazione San Cassiano, costituita ad Imola il 28 dicembre 1998 da alcuni collaboratori del C.M.D. (Centro Missionario Diocesano), ha fra i suoi scopi primari quello dell'informazione e della sensibilizzazione delle persone su un diverso rapporto culturale ed economico fra i Paesi del sud e del nord del mondo. Per raggiungere tale finalità, l'associazione si impegna a porsi come osservatorio permanente sulle problematiche inerenti ai rapporti Nord - Sud del mondo; a favorire la formazione di una società interetnica e multiculturale, creando e diffondendo una cultura che porti all'incontro con l'altro; a favorire la conoscenza e la commercializzazione dei prodotti del commercio equo e solidale attraverso la gestione della bottega "Giusto Scambio" ad Imola.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO