testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Informazioni per la donna in gravidanza

PER LA MAMMA

Durante il travaglio potrà essere accompagnata da una persona di sua fiducia.
Dopo il parto lei e il suo bambino rimarrete due ore nella sala travaglio-parto in osservazione prima di essere accompagnati in camera (controllo clinico madre neonato).

Durante il periodo di ricovero le potrà stare accanto una persona di sua fiducia, che sarà invitata ad allontanarsi durante la visita medica.
L'Azienda Usl di Imola fornisce alle puerpere gli assorbenti necessari nelle prime ore del parto, mentre per il post partum è utile procurarsi assorbenti personali.

Ogni donna in attesa può richiedere di ridurre il dolore da travaglio attraverso l'analgesia epidurale o peridurale

 

PER IL BAMBINO

Nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ausl di Imola il neonato rimane costantemente accanto alla madre.
I genitori del neonato possono essere presenti entrambi durante la visita pediatrica del mattino che avviene tra le ore 8.30 e le 10.
Il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ausl di Imola promuove l'Allattamento al Seno.
Alle mamme che non hanno frequentato il corso di preparazione al parto organizzato dall'Ausl l'ostetrica del reparto fornirà tutte le indicazioni sull'allattamento e l'opuscolo realizzato dal gruppo multidisciplinare aziendale.
Eventuali presidi forniti alle mamme durante la degenza, vanno restituiti al momento della dimissione.
In ogni camera o antibagno sono presenti un fasciatoio, un lavello e il necessario per l'igiene del neonato, di cui la mamma può prendersi cura personalmente, assistita dal personale del reparto se necessario.
Durante la degenza il personale di reparto vi fornirà i pannolini e le garze per le la medicazione del cordone ombelicale.
Il primo cambio del neonato è bene che avvenga con l'aiuto del personale di reparto (ostetriche e personale infermieristico). I pannolini sporchi vanno gettati nei  rifiuti urbani.
 
Va ricordato che nei primi giorni di vita il neonato non necessita di alcun tipo di crema o pasta protettiva.
Le mamme possono usare l'olio emolliente sulla cute neonato
 
Per il corredo ospedaliero del neonato è opportuno portare in ospedale:

  • 3 magliette o body di lana o cotone a seconda della stagione
  • tutine di lana o cotone a seconda della stagione
  • calzini
  • bavaglini
  • lenzuolino, n. 2 copertine di lana o cotone a seconda della stagione
  • 2 asciugamani
  • olio emoliente
  • 1 lima per unghie neonato
  • 1 berretta per neonato
 

Si consiglia di preparare un pacchetto con gli indumenti necessari per il primo cambio.
Ulteriori informazioni o consigli possono essere chiesti al personale infermieristico del reparto.

 

COME FARE LA DICHIARAZIONE DI NASCITA

La dichiarazione di nascita può essere effettuata entro il 3° giorno dalla nascita del bambino direttamente presso l'Ospedale S. Maria della Scaletta, Segreteria della Direzione Sanitaria previo appuntamento da concordarsi chiamando il numero 0542662125.

Se preferisce si può rivolgere entro il 10° giorno dalla nascita all'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza dei genitori (della madre qualora i genitori avessero residenze diverse) oppure del Comune di nascita del bambino. L'Ospedale S. Maria della Scaletta dell'Ausl di Imola ricade nel Comune di Imola, l'Ufficio di Stato Civile (orari e riferimenti).
 
Per la dichiarazione di nascita occorre un documento di riconoscimento valido e l'attestazione di avvenuta nascita rilasciato dall'ostetrica dell'ospedale.
E' necessaria la presenza di entrambi i genitori se la coppia non è coniugata, in caso contrario è sufficiente la presenza di uno solo dei coniugi.
Se un solo genitore intende riconoscere il bambino sarà questo a rendere la dichiarazione.

Moduli per la dichiarazione di nascita

 

Tutela maternità (dlgs.151/2001)

Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternita' e della paternita', a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53: Il presente testo unico disciplina i congedi, i riposi, i permessi e la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori connessi alla maternita' e paternita' di figli naturali, adottivi e in affidamento, nonche' il sostegno economico alla maternita' e alla paternità.

Vai alla pagina dedicata per ulteriori informazioni

Per loro è meglio" (prevenzione della Sids)

La sindrome della morte improvvisa del lattante nota anche come sindrome della morte improvvisa infantile o morte inaspettata del lattante oppure in terminologia comune "morte in culla" (in inglese Sudden Infant Death Syndrome o SIDS) è un fenomeno che non trova ancora alcuna spiegazione presso la comunità scientifica.

Vai alla pagina dedicata al materiale informativo regionale per la prevenzione della SIDS


Ultimo aggiornamento pagina:
03 Maggio 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO