testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

L'AUSL di Imola in AVEC

 L'Azienda USL di Imola appartiene alla Provincia di Bologna, condivide politiche comuni nell'ambito della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria provinciale ed ha instaurato molte relazioni specifiche con alcuni settori dell'Azienda USL di Bologna, con l'Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi e con l'Istituto Ortopedico Rizzoli.
Condivide inoltre strategie di politica degli acquisti ed indirizzi gestionali ed amministrativi con tutte le aziende dell'Area Vasta Emilia Centro, comprese le Aziende Sanitarie di Ferrara.
Il ruolo dell'Azienda USL di Imola nell'ambito dell'AVEC non è marginale, anzi, può diventare strategico se vengono amplificati gli aspetti di collaborazione e di innovazione che Imola può apportare a diversi settori dell'offerta socio-sanitaria in ambito provinciale, se si realizza l'acquisizione di competenze incrementali presenti nelle altre aziende, al riparo da logiche di competizione, in un contesto di composizione regolamentata dell'offerta, favorevole al soddisfacimento dei bisogni emergenti dalla popolazione assistita.
Perché questo auspicio si possa tradurre operativamente è giocoforza necessario definire compiutamente il ruolo ed le attività del Presidio Ospedaliero di Imola, nell'ambito della prospettiva di sviluppo delle reti cliniche in ambito provinciale, per migliorarne ed evidenziarne le potenzialità e le competenze specifiche; sinergie significative possono inoltre essere realizzate in Area Vasta per le attività dei Dipartimenti di Salute Mentale e Sanità Pubblica.
La migliore definizione dei rapporti, la formalizzazione di relazioni strutturate con i servizi specialistici delle aziende sanitarie della Provincia di Bologna, possono dare valore aggiunto agli accordi attualmente esistenti, realizzando percorsi che diano visibilità alle competenze ed alle reciprocità professionali e che assicurino, ai cittadini, continuità nei percorsi diagnostico terapeutici.
 
Viene, di fatto, consolidato un ruolo dell'Azienda USL di Imola nell'ambito della provincia che non si esaurisce nella partecipazione organizzata alle reti hub & spoke (Centrale Operativa 118, Trauma Center, Riabilitazione Intensiva, Neuroscienze, Trapianto di organi e tessuti, Assistenza Intensiva Perinatale e Pediatrica, Genetica medica e Malattie rare) peraltro necessaria ad assicurare ed elevare i livelli di qualità dei servizi offerti, ma anche nelle competenze e nelle opportunità che reciprocamente possono essere scambiate fra tutte le componenti aziendali.
Alcuni esempi, non esaustivi, sono il Laboratorio Analisi, il Servizio di Immunoematologia e Trasfusionale, il Laboratorio di Citogenetica, l'attività dei trapianti di cornea, la eco-endoscopia, l'Emergenza Territoriale, la Neonatologia, ecc..
Per molte di queste attività in regime ambulatoriale e di ricovero si registrano in effetti significativi volumi di scambi di mobilità fra le Aziende USL dell'AVEC; in sintesi, occorre realizzare un nuovo modello di relazioni strutturate e formali che assicurino uno sviluppo delle competenze del Presidio Ospedaliero di Imola, inserito compiutamente nelle reti cliniche provinciali.
 
In tal senso, oltre alle collaborazioni già esistenti, è auspicabile un impegno reciproco delle direzioni aziendali per assicurare la continuità della relazioni, senza lasciarla solo all'iniziativa dei singoli professionisti operanti nelle aziende di AVEC.
Alcune tematiche prioritarie da sviluppare ed approfondire nell'ambito di gruppi tecnici aziendali e interaziendali, e con il confronto con le altre aziende dell'AVEC, sono:

 
  1. la costituzione di una rete di Medicina di laboratorio che inserisca il laboratorio di Imola nella rete laboratoristica della provincia di Bologna;
  2. la definizione delle relazioni e dello sviluppo del Servizio di Immunoematologia e Trasfusionale di AVEC, nelle funzioni di raccolta sangue ed emoderivati, di laboratorio/officina trasfusionale e di medicina trasfusionale;
  3. lo sviluppo del ruolo di hub per le province di Bologna e Ferrara per il laboratorio di Citogenetica dell'Azienda USL di Imola;
  4. lo sviluppo di strategie comuni per affrontare l'emergenza psichiatrica, con risposte integrate e differenziate fra territori;
  5. la costruzione di percorsi condivisi in neuropsichiatria dell'infanzia e adolescenza per assicurare risposte qualificate ai problemi di alta complessità clinica (III livello);
  6. la predisposizione di linee guida comuni per le principali attività del Dipartimento di Sanità Pubblica;
  7. il consolidamento delle relazioni fra le due banche delle cornee (Imola e Bologna) per un potenziamento ed una specificazione ulteriore delle competenze distintive;
  8. il potenziamento delle attività di Day Surgery multidisciplinare a Castel San Pietro, in grado di affrontare le necessità non solo dell'Azienda USL di Imola ma anche di parte del territorio di Bologna;
  9. il potenziamento dell'assistenza neonatale, corrispondente per intensità assistenziale alla presenza di un punto nascita di II livello, nonché del servizio di trasporto assistito materno (STAM) e neonatale d'urgenza (STEN) verso i centri di III livello dell'AVEC;
  10. la collaborazione con l'Azienda Ospedaliera-Universitaria di Bologna per affrontare insieme attività di tipo logistico (magazzino unico farmaceutico ed economale).

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO