testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Le relazioni sindacali

Le Relazioni con il personale dipendente sono curate con costante impegno e disponibilità al fine di consolidare un proficuo sistema di relazioni con le sue rappresentanze (RSU o RLS) e con le Rappresentanze Sindacali dei vari tavoli di confronto, pur nella precisa distinzione dei ruoli e delle responsabilità, per il raggiungimento di intese utili a migliorare l'efficacia e l'efficienza dei servizi e le condizioni di lavoro dei dipendenti.
L'Azienda USL vuole assicurare un sistema di relazioni sindacali orientate alla collaborazione, alla partecipazione e al coinvolgimento.
Per questa ragione l'Azienda intende mantenere un sistema di relazioni sindacali che, in molti casi, va al di là degli obblighi contrattualmente stabiliti. Come è noto, infatti, sia i Contratti Nazionali di Lavoro delle tre Aree sia i Contratti Integrativi Aziendali prevedono quattro diversi livelli di relazioni sindacali: l'informazione, la concertazione; la consultazione e la contrattazione, stabilendo, per ciascuno di essi, le relative materie. Inoltre il D.Lgs n. 150/2009 ha ampliato la sfera dei poteri della parte datoriale pubblica, specie in materia di organizzazione. Nonostante ciò questa Azienda Usl, pur nel formale rispetto delle norme vigenti, non ritiene opportuno limitare il confronto o la negoziazione con le rappresentanze del personale ma intende continuare ad attivare "confronti" con le OO.SS., anche su materie non strettamente obbligatorie. Ciò al fine, da un lato, di comprendere le reciproche posizioni e, dall'altro lato, di individuare, in molti casi, soluzioni condivise ai problemi.
Ad ulteriore dimostrazione di questo ampio confronto, vengono confermati, limitatamente all'Area Comparto, i Tavoli di relazioni sindacali cosiddetti "decentrati", a livello di Direzione Infermieristica e Dipartimento Amministrativo e Tecnico (utili per confrontarsi su temi attinenti l'organizzazione del lavoro convergendo spesso su soluzioni concordate per i problemi emergenti in corso d'esercizio), nonché la costituzione, qualora se ne presentasse la necessità, di Commissioni bilaterali per le diverse Aree (comparto o dirigenza), al fine di favorire la partecipazione degli operatori, con il compito di esaminare e approfondire le materie economiche e giuridiche oggetto di contrattazione ovvero tenere monitorati l'applicazione, l'andamento e la verifica degli istituti negoziali.


Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO