testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

PSA-PAL 2010-2013 - IL PROFILO DEL PRESIDIO OSPEDALIERO

Dipartimento di salute mentale e dipendenze patologiche

I problemi di Salute Mentale e le Dipendenze Patologiche costituiscono oggi una quota rilevante del carico di sofferenza della popolazione generale in tutte le fasce di età. La salute mentale è fondamentale nel benessere complessivo individuale e sociale; questo appare più evidente se l‟impatto delle malattie mentali viene descritto non solo in termini di prestazioni erogate (ricoveri, farmaci, ecc.) ma anche di anni di vita persi e in disabilità.
Questi problemi, che riconoscono meccanismi di causalità e conseguentemente modelli di intervento diversificati, spesso si presentano sovrapposti e richiedono quindi lo sviluppo di strategie di integrazione programmatoria, professionale ed organizzativa sia nell‟ambito della comunità, sia nell‟ambito del sistema di cura.
In coerenza con il Piano Attuativo Regionale per la Salute Mentale gli obiettivi prioritari del DSM riguardano fondamentalmente due macrosistemi:
 
- il sistema di comunità, coordinato dagli Enti Locali in quanto titolari di tutte le politiche in grado di incidere sulla tutela del benessere sociale e mentale della popolazione, con la predisposizione del Piano per la Salute ed il Benessere Sociale, finalizzato a garantire una programmazione integrata, a livello istituzionale, professionale e gestionale, degli interventi sanitari e sociali;
 
- il sistema di cura, programmato, organizzato e gestito direttamente dall‟Azienda Sanitaria, comprendente l‟insieme delle risorse tecnico-professionali pubbliche e private presenti sul territorio; gli obiettivi del sistema di cura sono definiti nel presente Piano e declinati annualmente negli obiettivi di budget.
 
In termini generali il DSM agisce promuovendo la salute mentale nella sua accezione più ampia, sia in termini di prevenzione primaria e secondaria, che di benessere complessivo della persona, resa consapevole delle proprie emozioni e dei propri comportamenti, con il coinvolgimento attivo degli utenti e dei familiari sia all‟interno dell‟organizzazione che nei processi psico-educativi e terapeutico-riabilitativi.

 

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO