1. Ausl Imola

  2. Vai ai contenuti
  3. Vai al menu principale
  4. Vai al footer
testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Contenuto della pagina

Ausl di Imola. Consuntivo 2014 in pareggio e riorganizzazione estiva delle attività

Bilancio 2014
Presentato martedì scorso alla Giunta del Circondario il risultato di esercizio dell'Azienda sanitaria imolese, che anche nel 2014 raggiunge l'obiettivo di pareggio (fatti salvi gli ammortamenti ante 2010 autorizzati dalla Regione e pari a 1.946.000 euro).

Unbuon risultato anche per il 2014, partito con un finanziamento da quota capitaria di 203.404.000 euro, a cui si è aggiunto, a fine anno, un finanziamento aggiuntivo di  circa 7 milioni e mezzo per un totale di 210.983.000 euro. Seppur lievemente maggiore del finanziamento 2013 (+1,50%), il finanziamento 2014 è rimasto al di sotto di quello 2012          (-0,57%) ed ha imposto di proseguire nelle azioni di contenimento dei fattori di costo  rilevanti: risorse umane (-0,4% pari a 300mila euro), farmaceutica convenzionata (-1,9%), servizi tecnici e utenze (-4,1%), prestazioni e ricoveri da privato accreditato (-0,6%).

Se sui beni economali si risparmiano 146mila euro, l'aumento della complessità delle attività ospedaliere e le innovazioni in ambito farmacologico hanno portato invece ad un aumento di costi di circa 2milioni di euro per i farmaci in distribuzione diretta ed ospedalieri, in particolare di quelli ad alto costo in ambito oncologico, infettivologico, reumatologico, ecc...

Attività 2014
In generale, dal punto di vista quantitativo la produzione aziendale 2014 è in linea con quella del 2013, ma alcune riorganizzazioni mirate all'appropriatezza dei regimi di ricovero e di intervento - la trasformazione della Lungodegenza di Castel S. Pietro T. in Struttura territoriale di Cure Intermedie dell'Ospedale di Comunità, l'aumento del 15% dei ricoveri in Day Surgery o Day Hospital, l'incremento di 3 posti letto di Osservazione Breve Intensiva che ha portato ad un + 7% di OBI rispetto al 2013 - hanno garantito il calo del 4,9% della degenza ordinaria, il sostanziale mantenimento (-0,4%) del numero degli interventi chirurgici svolti da tutte le specialità in tutti i regimi (ordinario, day surgery ed ambulatoriale) e l'aumento della complessità chirurgica (+0,9% le ore di sala operatoria utilizzate).

In calo sia la mobilità passiva (-2%) che quella attiva (-5%), mentre aumenta del 2,17% la produzione interna di prestazioni di specialistica ambulatoriale per esterni, al netto del +13,48% di prestazioni generate nell'ambito di accessi di Pronto Soccorso, a loro volta in aumento del 2% (da 54.685 del 2013 a 55.625 del 2014).

Per quanto concerne l'assistenza territoriale, l'Ausl di Imola continua a mantenersi al di sopra della media regionale per adesione a tutti gli screening; garantisce l'assistenza domiciliare integrata a 3076 persone (il 91,1% ultrasessantacinquenni); aumenta gli assistiti da parte del Dipartimento Salute Mentale-Dipendenze Patologiche, particolarmente nell'area della Neuropsichiatria Infantile (+ 4,4%).  

Piano di riorganizzazione estiva 2015

Il bilancio di previsione 2015 è a tutt'oggi in fase di definizione, in relazione alla non ancora definitiva programmazione regionale. Viene, comunque, riconfermato il blocco parziale del turn over del personale sanitario, tenuto conto che comunque le risorse disponibili saranno inferiori a quelle del consuntivo 2014.

La direzione ha pertanto, come ogni anno, definito un piano di riduzioneestiva dei servizi, una strategia oramai consolidata, che permette - parallelamente al calo fisiologico della domanda di prestazioni e ricoveri dei cittadini - di garantire al personale di usufruire delle ferie senza particolari disagi per i cittadini.

Per quanto concerne il Dipartimento di Emergenza Accettazione, si protrae almeno fino a fine settembre, la chiusura di 2 posti letto di Area intensiva (da 20 a 18), mentre il Laboratorio Analisieffettuerà una modulazione della produzione sulla base della presenza degli operatori tecnici (sarà quindi possibile un lieve aumento dei tempi di attesa, peraltro ad oggi molto bassi) per i prelievi di laboratorio.

Il Dipartimento Chirurgicoriduce, ad Imola, 15 posti letto dei reparti Chirurgia-Breast unit ed Otorinolangoiatria dal 27 luglio al 30 agosto. Nello stesso periodo a Castel San Pietro T. chiudono come ogni anno il Day Surgery Polispecialistico e l'Oculistica (per cui è comunque garantito 1 posto letto per urgenze ad Imola). Invariati gli altri reparti chirurgici.

All'Ospedale di Comunità di Castel S. Pietro Terme, dall'11 luglio al 4 ottobre, chiude la Struttura Residenziale Cure Intermedie (28 pl), a cui vengono però riservati 4 dei 12 posti letto dell'Hospice.

Al Dipartimento Medico, considerando la rimodulazione dei posti letto già attuata da febbraio per permettere la ristrutturazione del reparto di Geriatria, le riduzioni estive riguardano solo la Pediatria, che dal 1 giugno al 4 ottobre riduce da 15 a 9 i la propria dotazione di posti letto. 

Day Service Medico ed il Day Hospital oncologico non modificano le aperture fatto salvo nel periodo di ponte ferragostano, mentre il Polo di Gastrologia ed endoscopia digestiva riduce l'attività nel mese di agosto, mantenendo comunque sempre attiva una sala endoscopica.

Consueta variazione di orario anche per gli Sportelli Unici-CUP di Imola Ospedale Vecchio e Castel San Pietro Terme, che dal 15 giugno al 12 settembre resteranno chiusi il giovedì pomeriggio.

 

Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO