1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
FlexCMP

Contenuto della pagina

Il Progetto Tabagismo ed il Centro Antifumo

Tutto quanto è messo in campo dalla Ausl di Imola contro il fumo di tabacco, ma non contro i fumatori

L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce il fumo di tabacco come la prima causa evitabile di malattia e di morte nell'attuale società.
 
La nicotina viene oggi riconosciuta, al pari dell'alcol, cocaina, allucinogeni e oppiacei tra le sostanze psicoattive capaci di indurre dipendenza fisica e psichica.
 
Ogni anno il fumo uccide in Italia circa 90.000 persone: un numero equivalente ad un terzo di tutte le morti per cancro ed al 15% di tutte le cause di morte.
 
Nella nostra regione i fumatori sono circa 900.000. Nella AUSL di Imola sono circa 30.000.

Per contrastare questo importante fattore di rischio per la salute la Regione Emilia Romagna ha approvato un piano d'azioni (Progetto regionale tabagismo, DGR 785/99) che promuove e coordina, attraverso l'azione della Aziende Sanitarie Locali, le politiche di prevenzione, controllo e cura del tabagismo in riferimento a i seguenti ambiti d'intervento:

  • Promozione della salute e prevenzione dell'abitudine al fumo tra gli adolescenti.
  • Assistenza e supporto alla disassuefazione.
  • Controllo del fumo passivo.
  • Comunicazione, formazione, ricerca e valutazione (trasversale ai primi tre).
 

Obiettivo di salute del Progetto tabagismo è la prevenzione delle malattie cronico-degenerative, dovute al fumo di tabacco, con conseguente riduzione della morbosità e mortalità correlata, attraverso azioni sinergiche che favoriscano:

  • l'incremento del numero di coloro che smettono di fumare,
  • la riduzione del numero di giovani che iniziano a fumare.
 

Il Progetto Tabagismo della Ausl di Imola coinvolge una pluralità di soggetti in un'ottica d'intervento di rete: gli Enti locali, il mondo della scuola, le aziende produttive, le organizzazioni non governative, il volontariato ed i mass media. Ma in primo luogo offe l'occasione al personale sanitario (medici di famiglia, medici ed infermieri degli ospedali e dei servizi sanitari) di attuare modalità d'intervento mirate ad influenzare positivamente le scelte di salute nella comunità, aumentando in tutti la consapevolezza che è necessario uno stile di vita libero dal fumo.

Referente Aziendale del Progetto:
Stefano Cifiello 
0542-604238
s.cifiello@ausl.imola.bo.it