testata per la stampa della pagina
Home /
condividi

Progetti dell'Ausl per la mamma e il bambino

Progetto "donazione sangue cordonale"

Il progetto è attivo nella nostra azienda dall'agosto 2002 e prevede la collaborazione tra Ostetrici-Ginecologi, Ostetriche, Pediatri, personale Infermieristico e Operatori del Centro Trasfusionale. L'importanza della donazione di sangue cordonale risiede nel fatto che questo sangue contiene cellule staminali identiche a quelle presenti nel midollo osseo, capaci di generare globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, che costituiscono elementi fondamentali del nostro sangue. Circa il 40-50% dei pazienti affetti da leucemie e linfomi, per i quali è necessario il trapianto di midollo osseo, non dispone di un donatore compatibile nell'ambito familiare o nei registri internazionali dei donatori volontari di midollo osseo. Il sangue del cordone ombelicale può sostituire il midollo di donatore per effettuare il trapianto. Durante i corsi di preparazione al parto o in occasione delle visite ostetriche, la futura mamma viene informata della possibilità di donare il sangue cordonale.
Al momento dell'ingresso in ospedale per il parto, la donna che voglia effettuare la donazione (e che risponda ai requisiti necessari) esprime il suo consenso scritto e la disponiilità a sottoporsi alle analisi di controllo.
Il prelievo del sangue cordonale è un'operazione semplice e rapida che non procura alcun rischio e sofferenza al neonato e alla madre, perchè avviene quando il cordone è già stato reciso. Nella nostra esperienza abbiamo conseguito più di 200 donazioni, ottenendo il 47-48% di prelievi idonei alla utilizzazione.


Ultimo aggiornamento pagina:
12 Aprile 2019
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO